Dopo i vari incontri avuti in scuole e redazioni di giornali e riviste sulla figura dell’artista la scrittrice Rosella Lisoni l’11 dicembre prossimo riproporrà al pubblico sfaccettature inedite e particolari sull’opera di Pier Paolo Pasolini nella Sala Conferenze della Rocca Farnese di Valentano con un incontro dal titolo: “Pier Paolo Pasolini: un’anima divisa in due, l’arte di essere fragili”. L’incontro sarà moderato dalla professoressa Annamaria Fausto docente di Zoologia  dell’Università della Tuscia.
Al termine dell’ evento i presenti saranno invitati a visitare lo splendido Museo della Preistoria di Valentano, un museo unico nella Tuscia.
Grande interesse sta suscitando la figura di Pier Paolo Pasolini tra gli abitanti della Tuscia legati al poeta da un antico amore. Ma chi è stato Pasolini, è stato un bolognese, un poeta, sceneggiatore, attore, regista, scrittore e drammaturgo italiano. Culturalmente versatile, si distinse in numerosi campi, lasciando contributi come pittore, romanziere, linguista, traduttore  e  saggista.
Attento osservatore dei cambiamenti della società italiana dal secondo dopoguerra sino alla metà degli anni settanta nonché figura a tratti controversa, suscitò spesso forti polemiche e accesi dibattiti per la radicalità dei suoi giudizi, assai critici nei riguardi delle abitudini borghesi e della nascente società dei consumi, come anche nei confronti del Sessantotto e dei suoi protagonisti. Il suo rapporto con la propria omosessualità fu al centro del suo personaggio pubblico. E non soltanto per la famosa Torre di Chia che acquistò nel 1970 e che visse fino al 1975 a suscitare interesse, ma anche per l’ amore che Pasolini ebbe per questo territorio, per l’amata Chia, per la città di Orte e per le sue battaglia a favore del passaggio da Libera Università a Università degli Studi della Tuscia .
Pasolini ha lasciato un segno indelebile nel nostro territorio, la sua opera non deve essere dimenticata, anche per questo l’ appuntamento dell’ 11 dicembre va accolto con grande interesse.
I festeggiamenti per il centenario della nascita del grande intellettuale, in agenda il 5 marzo 1922, da noi iniziano in anticipo. Altre notizie in mrito sul sito www.rosellalisoni.com.