La premiazione domenica 2 dicembre a Palazzo dei Priori

Domenica 25 novembre alle ore 18, presso l’auditorium dell’Università della Tuscia (Santa Maria in Gradi, ingresso da via Sabotino) andrà in scena Sogno di una notte di mezza estate, di W. Shakespeare. Un classico del teatro, interpretato dalla compagnia FAVL di Viterbo, per la regia di Pina Luongo.

Lo spettacolo, databile alla fine del 1500 circa, si apre con l’annuncio del matrimonio tra i sovrani di Atene e si chiude con la consacrazione del talamo da parte delle “fate”. Mito, fiaba, quotidianità si intrecciano senza soluzione di continuità, la piece è un vero e proprio teorema sull’amore e anche sul non senso della vita degli uomini che si rincorrono e si affannano per amarsi. Quando una persona ama, si dice che sogni.

Non si distingue più cosa accade realmente e cosa sia l’illusione. Impulsi incontrollabili prendono il sopravvento sulla ragione, ma attraverso l’amore si arriverà alla soluzione di ogni cosa e il caos si scioglierà in una riappacificazione generale.

Sei le compagnie che si sono esibite sul palco dell’Auditorium dell’Unitus dallo scorso 14 ottobre e che ora si contendono i premi messi a disposizione dall’artista viterbese Roberto Joppolo. La premiazione avverrà domenica 2 dicembre alle 11, nella sala Regia di Palazzo dei Priori.

L’edizione 2018 del festival è la seconda dedicata alla memoria di Francesco Mencaroni. Info biglietti: intero 10 euro, ridotto 8 euro, soci Fita 6 euro. Info e prenotazioni: 333 3411866.
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email