Prosegue il percorso dell’Università degli Studi della Tuscia per lo svolgimento delle attività accademiche durante l’emergenza Covid. Dopo l’erogazione in modalità mista delle lezioni del I semestre, l’Ateneo viterbese ha già disposto la riapertura delle biblioteche e, nell’attuale periodo di sospensione della didattica per lo svolgimento degli esami, degli spazi studio in tutti icomplessi dell’Università, rendendoli fruibili agli studenti(prenotazioni a partire dal prossimo 18 gennaio, apertura il 20 gennaio).

Su richiesta dei rappresentanti degli studenti negli organi collegiali di ateneo, nella piena consapevolezza delle difficoltà causate dalla pandemia all’intera società italiana, Unitus ha lavorato alla apertura delle biblioteche e delle aule studio, attivando un sistema di prenotazione e di tracciamento delle presenze, necessari in questo difficile periodo.

L’Università della Tuscia– sottolinea Stefano Ubertini rettore dell’UNITUS- è sempre stata aperta agli studenti per le lezioni, le attività pratiche e di laboratorio e per tutte le attività accademiche che rendessero necessaria la presenza. Oggi apriamo anche le biblioteche agli studenti, garantendo la massima sicurezza dei ragazzi e il tracciamento dei contatti attraverso la piattaforma software di Ateneo, nei limiti imposti dalla normativa vigente. Un ringraziamento va ai Direttori dei Dipartimenti e ai rappresentanti degli studenti che con grande senso di responsabilità contribuiscono quotidianamente alla risoluzione dei problemi al fianco degli organi accademici.”

“Abbiamo lavorato in questo periodo di pausa delle festività natalizie– evidenzia il professor Andrea Genovese delegato del rettore per il diritto allo studioper un equilibrato bilanciamento tra due contrapposte esigenze. Da un lato quella dell’osservanza della massima precauzione al fine di un efficace contrasto alla diffusione del virus Covid -19; dall’altro la necessità però di tenere conto della legittima esigenza di tanti studenti universitari di disporre di un luogo sicuro dove poter studiare e usufruire dell’attività didattica erogata da remoto dalla nostra Università, soprattutto nei casi in cui gli studenti non dispongano in casa di adeguati spazi o della necessaria connessione a internet.”

Le modalità di accesso saranno comunicate agli iscritti e sul sito web di ateneo. Come per le lezioni, gli studenti potranno prenotare la loro postazione nei due giorni precedenti. Le prenotazioni per le postazioni saranno aperte, come detto,da lunedì 18 gennaio 2021.