Rilievo economico, diplomatico, strategico: su ogni fronte, il peso della Cina nel quadro geopolitico appare in aumento. Quali sono le radici di questa crescita? E le conseguenze, per lo scenario globale e per l’Italia in particolare?

L’Università degli Studi della Tuscia accoglie in un evento a distanza Lucia Pasqualini, Console generale d’Italia a Canton. Il seminario si terrà il prossimo 30 novembre dalle 14 alle 16 sulla piattaforma Zoom (per registrarsi, scrivere ad [email protected]).

Il seminario, dal titolo “La Cina nella dinamica globale: economia, diplomazia e strategia per il futuro”, è promosso dal Corso di Laurea in Scienze politiche e delle Relazioni internazionali e vedrà anche la partecipazione di docenti dell’Università. All’incontro, coordinato dal professor Alessandro Sterpa (Professore di Diritto pubblico e Delegato del Rettore all’innovazione istituzionale), interverrà anche il professor Sante Cruciani (Professore di Storia delle Relazioni internazionali ed esponente del Centro studi europei e internazionali (CSEI).

Sono previsti indirizzi di saluto da parte del Rettore Stefano Ubertini e della coordinatrice del Corso di studi, professoressa Flaminia Saccà. Durante questo periodo di grandi difficoltà logistiche, l’Università non si è mai fermata e non si ferma neppure ora: il seminario, infatti, s’inserisce in una fitta trama di appuntamenti a distanza che permettono agli studenti – e in generale agli interessati – di trovare spazi per una migliore comprensione delle sfide della contemporaneità.

Con la Cina l’Ateneo viterbese coltiva da tempo relazioni intense e proficue, come testimoniato da ultimo dal dono di 1500 mascherine da parte di un istituto di ricerca cinese nel marzo scorso, oltre alle numerose attività di ricerca congiunte.