Uno stupro è una violenza ignobile, la rete di connivenza che si sta scoprendo in questi giorni è quanto di più deplorevole si possa pensare. Siamo rimasti sconvolti, non solo per la violenza di genere a cui purtroppo un Paese fortemente maschilista e patriarcale continua a abituarci e che dobbiamo ogni giorno contrastare, ma anche perché esiste un forte legame con quella che si definisce essere, e di fatto è, una forza politica di estrema destra che fa continua propaganda. Come “Vetralla Tutta” crediamo non si possa restare in silenzio.

La violenza non è solo parte dei due arrestati, ma è insita nel DNA di un gruppo che fa della sopraffazione il suo emblema, ben prima che i due si macchiassero di questo orribile atto.
Si dichiarano fascisti e questo è il fascismo: violenza, prevaricazione, patriarcato. La violenza di genere è parte della loro retorica, dei loro manifesti, del loro linguaggio. Ogni cinque giorni, uno di Casapound si prende una denuncia per reati molto gravi, non capiamo cosa altro debba accadere per metterli fuori legge.

Saremo sabato 4 a Viterbo in piazza della Rocca, alle 17 con la Rete degli studenti medi, per dare la nostra solidarietà alla vittima di questo orribile stupro e per far sentire la voce di chi non si gira dall’altra parte e fa finta che non sia successo nulla.

Commenta con il tuo account Facebook