Domenica 4 ottobre 2020 a Grotte Santo Stefano

In versione ridotta a causa del COVID19 ma per il 4° anno consecutivo la “Scarpinata della Teverina” ci sarà e ha attirato camminatori da tutta Italia.

L’evento fortemente voluto dagli organizzatori, nonostante le difficoltà dovuto alle restrizioni per il contenimento della pandemia da COVID19 si svolgerà domenica 4 ottobre con partenza e arrivo a Grotte Santo Stefano con un percorso ad anello che abbraccia vari borghi della Teverina: Celleno Vecchio e il suo Borgo Fantasma, Roccalvecce e la sua storia millenaria, Sant’Angelo con i murales de “il Paese delle Fiabe”, il tutto contornato da un percorso in mezzo a campagne coltivate, boschi e  torrenti. La manifestazione ha ottenuto il patrocino della Provincia di Viterbo, dei Comuni di Viterbo, Celleno, Graffignano e dall’ASBUC di Grotte Santo Stefano.

Il sottotitolo dell’edizione di quest’anno è “Special edition” perché gli organizzatori di Tuscia Trekking Experience hanno dovuto modificare vari aspetti dell’organizzazione classica con un occhio di riguardo all’incolumità dei partecipanti in materia di Coronavirus.

L’iscrizione è infatti a numero chiuso e si è raggiunta già la soglia massima dei partecipanti, per garantire il distanziamento socialeci sarà una finestra oraria di partenza dalle 7 alle 9,30 entro la quale i partecipanti potranno ritirare il pettorale e partire in autonomia,su due percorsi distinti, 12 km per i camminatori provetti con un semianello che unisce Grotte Santo Stefano al parco del SS Salvatore nel bosco di Piantorena e il percorso da 27 km per i più esperti che abbraccia invece tutti i borghi della Teverina.

Due percorsi unici, 4 borghi incantati da visitare, un paesaggio naturale mozzafiato per un evento diventato ormai un classico nei cammini lenti organizzati in Italia che permette a centinai di appassionati di ammirare le meraviglie di questo delizioso angolo della Tuscia e farle conoscere fuori dei confini della provincia.