Il comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Viterbo, col. Andrea Antonazzo, con il suo staff ha presentato alla il calendario 2020.

Pubblicato per la prima volta a Firenze nel 1928, nel 1934 fu il Museo Storico dell’Arma a realizzarlo sino al 1944. Dopo un’interruzione durata cinque anni, la pubblicazione del “Calendario” venne ripresa regolarmente e, nell’anno 1950, il Comando Generale dell’Arma ne assunse la gestione e ancora ne cura l’edizione.

Il calendario dell’Arma è ambito oggetto di pregi artistici che i collezionisti aspettano con ansia. Nel valendario 2020 viene raccontata la quotidianità dell’impegno dei Carabinieri, attraverso le tavole realizzate dall’artista Mimmo Paladino, tra i massimi autori contemporanei, celebre esponente della transavanguardia, che ha visto le proprie opere esposte permanentemente in alcuni dei principali musei internazionali, tra cui il Metropolitan Museum di New York.

Ma le tavole del maestro sono accompagnate da toccanti testi scritti da Margaret Mazzantini, scrittrice di fama mondiale, vincitrice di numerosi premi tra cui lo Strega e il Campiello.

Il calendario – che ha una tiratura di oltre un milione di copie potrà essere richiesto e prenotato in tutte le caserme dei Carabinieri sul territorio.

Il costo (tutto il ricavato andrà per scopi benefici) è di 2,50 euro.in molti dopo la presentazione hanno sottolineato quanto sia toccante la tematica generale del Calendario 2020, rivolta a raccontare quindi come i Carabinieri operino indistintamente verso tutti ma con particolare sensibilità verso i più deboli, ai più soli.