«Il dispositivo di soccorso è a rischio per i Vigili del Fuoco di Viterbo, a denunciarlo è Danilo Martoni Segretario Provinciale del Sindacato Autonomo di Categoria CONAPO sono mesi che andiamo avanti con una AUTOSCALA degli anni ottanta perché le nostre sono in riparazione e la scorsa settimana si è aggiunta anche la rottura dell’AUTOGRU.

Senza alcuna certezza sui tempi di consegna dei mezzi già in riparazione se ne aggiunge un altro peri quale saranno necessari mesi per ripararlo continua Martoni a pagarne le spese sono i cittadini della provincia.

Il problema nasce da decisioni impartite dalla Direzione Regionale del Lazio che, in barba a quando indicato nella Legge di Bilancio 2019 (che ha elevato da 1.000 a 5.000€ la soglia in caso di affidamento diretto degli appalti per la PA), ha deciso di imporre che anche i preventivi di importi inferiori al 5.000 € debbano seguire l’iter di quelli di entità maggiore, quindi se per assurdo sidovesse cambiare in componente da poche centinaia di euro, il Comando dei Vigili del Fuoco di Viterbo deve invitare 3 aziende a concorrere alla fornitura di quel bene.

Questo comporta tempi farraginosi per la riparazione dei mezzi e di tutto quanto necessario alla riparazione degli stessi, nonostante prosegue Martoni il nostro Comando sia tra il più virtuoso della Regione nella riparazione dei mezzi grazie al lavoro dell’Autorimessa interna, ma in questo modo resteremo per mesi senza mezzi, proprio orache si avvicina la stagione estiva dove, con l’aumento degli interventi, la rottura è dietro l’angolo.

Faremo tutto il possibile affinché la Direzione Regionale torni sui suoi passi conclude Gianluca Cannone della Segreteria Regionale CONAPO adottando quanto indicato dalla Legge di Bilancio 2019, visto che il problema non è soltanto di Viterbo ma è di tutti i Comandi del Lazio».

Articolo precedenteLa Maury’s Com Cavi Tuscania sfiora l’impresa, Porto Viro si impone ai vantaggi 3/2
Articolo successivoPro Loco di Tarquinia: raccolti 492 euro in favore del Telefono Azzurro