A conclusione dei festeggiamenti in onore della Madonna della Quercia, sabato 22 settembre alle ore 17.30, saremo felici di presentare “Pulchra Virgo”, un bellissimo appuntamento voluto ed organizzato nella nostra Basilica dal Polo Museale del Lazio, che sarà presente sabato con la dottoressa Farnetti, responsabile e curatrice del progetto.

Maria Chiara Pavone Soprano, Isabella Isidori Voce Narrante e Gino Nappo organo e clavicembalo, che lo scorso anno chiuse proprio nel Coro della nostra Basilica il programma del Festival Barocco, daranno suono anima e voce alla figura femminile tra il Sacro e il Profano attraverso otto secoli di letteratura musicale e poetica.

“Vergine Bella”, incipit della celebre canzone che conclude il Canzoniere di Petrarca, diventa il filo rosso che lega il repertorio proposto ai versi di Tagore e alle pagine di grandi poetesse, come Marina Cvetaeva, Silvia Plath e Alda Merini. Sguardi diversi che fanno della donna una protagonista, guida di un percorso filosofico e personale, spesso doloroso.

Il programma si articola in due sezioni, sacra che sarà eseguita allo splendido organo della Basilica, costruito nel 1847 dal Prof. Morettini sulla cantoria in legno del ‘600 donata dal Cardinal Peretti Montalto; e morale o profana al cembalo.

Se nella prima la protagonista è la Vergine, nella seconda la figura femminile è cantata nel lamento barocco (Maddalena ed Euridice) e attraverso la produzione, rara ma di qualità, delle compositrici. Concludono il concerto le pagine di Barbara Strozzi, «virtuosissima cantatrice» e prolifica compositrice di musiche profane.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email