A sostenerlo è Valter Rinaldo Merli, Consigliere Lega al Comune di Viterbo.

Per i Viterbesi infatti il servizio delle casette di distribuzione di acqua naturale e frizzante dislocate in varie parti della città e delle frazioni, è utilissimo, utilizzato da tanta gente, quindi secondo il Consigliere Merli quasi indispensabile e, non andrebbe dismesso.

Tutto parte da una interrogazione dello stesso in seduta di Consiglio Comunale del 2 Ottobre 2018, dove già chiedeva al Sindaco la riapertura dei distributori di acqua, ma la risposta del Primo Cittadino sarebbe stata negativa, in quanto rassicurava che i valori dell’acqua del servizio idrico cittadino risultavano nella norma.

Di tutt’altro avviso invece è il Consigliere, in quanto ricavando i valori attuali dal portale della ASL Viterbo, valori rilevati dall’ARPA Lazio, ha rilevato in alcuni serbatoi, valori di Arsenico pari al limite massimo consentito, mentre invece per i Floruri in un segmento di rete idrica si va ben oltre la soglia.

Carte alla mano Merli, invita il Sindaco Giovanni Arena a desistere dallo smantellare tale servizio, cercando magari una forma dove sul Comune non debba gravare nessun onere.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email