Mancati riscontri e problematiche attuali del Corpo

La O.S. DICCAP-SULPL chiede un’immediata risposta alle persistenti problematiche del Corpo di Polizia Locale e intende sottoporre ad attenzione «quanto segue:
– A tutt’oggi risulta la mancata applicazione della rotazione del personale prevista dalla norma sull’anticorruzione tanto che alcune unità assegnate a servizi ad alto rischio di corruzione, permangono nei medesimi uffici da molti anni;
– Le quote previste dall’art. 208 C.d.S. riferite al Fondo Integrativo pensionistico per gli anni 2017 e 2018, non risultano ancora versate;
– La mancata adozione del contratto decentrato integrativo dal 21 maggio 2018 ed in particolare dell’art. 56 quinquies del C.C.N.L., comporta un danno economico al solo personale appartenente alla P.L. che si protrae ormai da un anno, nonostante l’obbligo imposto all’Ente dell’ attuazione di tale istituto contrattuale;
– Dalle statistiche acquisite dall’Ufficio Comando riferite alle turnazioni e rotazioni del personale nei servizi prefestivi, festivi e serali relative al periodo 1° gennaio/30 ottobre 2018, già sottoposte all’attenzione del Dirigente la P.L., emergono gravi disparità di trattamento tra gli Operatori che a tutt’oggi non risulta siano stati adottati provvedimenti di alcun tipo.
Permanendo tali situazioni, questa O.S. si vedrà costretta a mettere in atto tutte le forme di lotta previste dal C.C.N.L. non in ultimo a breve termine, lo stato di agitazione».