L’acqua distribuita dalla rete acquedottistica di Pratoleva è tornata potabile. Lo confermano gli esiti delle analisi eseguite dal dipartimento di prevenzione – servizio igiene alimenti e nutrizione acque potabili pubbliche della Asl di Viterbo.

La concentrazione di fluoruri è tornata conforme al limiti previsti dall’apposita normativa. Il sindaco Arena, con nuova ordinanza (n. 112 del 18/10/2019), con effetto immediato, ha pertanto revocato la precedente (la n. 105 del 4/10/2019), con la quale si vietava l’utilizzo di acqua destinata a usi alimentari nei territori di Grotte Santo Stefano, Roccalvecce, Sant’Angelo, Fastello, Vallebona, strada Teverina.

“I valori del parametro “fluoruri” erano rientrati già da giorni – ha sottolineato il sindaco Arena -. Talete aveva già eseguito le analisi che confermavano i valori al di sotto della soglia massima consentita per legge. Per la revoca dell’ordinanza, come già spiegato nei giorni scorsi, era necessario aspettare l’esito delle analisi della Asl”.