Danilo Rea ha incantato il pubblico di JazzUp portando la poesia di De Andrè nella splendida Piazza San Lorenzo. Stasera l’attesa esibizione della pianista Rita Marcotulli

L’attesissimo concerto di Danilo Rea, che aveva già registrato il tutto esaurito giorni prima dell’inizio del festival, non ha deluso le aspettative del pubblico. Danilo Rea, audace improvvisatore, ha ricordato il grande cantautore genovese De Andrè eseguendo un repertorio denso di rimandi e di sonorità profondamente evocative. La toccante rilettura jazz di alcuni dei brani più celebri del grande Faber, che sono ormai entrati nella tradizione musicale del nostro Paese, dove il nome di Fabrizio De André non ha certo bisogno di presentazioni.

“E’ davvero un onore ospitare a Viterbo, in questa Piazza meravigliosa uno dei più grandi esponenti del jazz italiano. Mai come quest’anno ci siamo trovati a fronteggiare problemi impegnativi, ma dobbiamo davvero ringraziare il Comune di Viterbo, il Sindaco Giovanni Arena, l’Assessore alla Cultura Marco De Carolis, la Giunta comunale e tutti gli Uffici competenti, che seppur travolti dall’emergenza Covid-19, non hanno mai smesso di garantirci il loro pieno e concreto sostegno” ha dichiarato il direttore artistico Giancarlo Necciari. “Lasciateci ringraziare con grande affetto e stima tutti coloro che hanno sostenuto economicamente e moralmente il Festival e ci hanno permesso la realizzazione di un progetto per la Città di Viterbo, perché non si può far “morire” una città solo perchè è difficile organizzare  qualcosa – ha dichiarato Glauco Almonte uno dei direttori organizzativi del Festival – ringraziamo le Istituzioni (Comune di Viterbo, Fondazione Carivit, Università della Tuscia) e tutti gli Sponsor (Italiana Assicurazioni, Creval, Terme dei Papi, Menichelli 1912, Civico Zero Resort, KIA Autopremium, Caffè Fida, IDM Assicura, AEM, Fratelli Marmo, Centro Medico Bartoleschi, Manzi Petroli, Ergonet, Carramusa Group, Magnamagna prodotto tipico, Foto Ottica Breccola), che hanno voluto sostenere JazzUp anche in un anno economicamente terribile come questo”.

Il pianista Danilo Rea ha ricevuto, prima dell’esibizione il Premio JazzUp, consegnato e offerto da Manfredi Genova di Civico Zero Resort, uno dei main sponsor del Festival. L’imprenditore ha tenuto a ringraziare l’organizzazione del festival “non solo perché ci permettono di godere di splendide serate come questa, ma soprattutto perchè fanno conoscere il nostro territorio anche oltre i nostri confini che è la cosa più importante per noi operatori del settore del turismo”.

La serata di JazzUp Festival era iniziata, come di consueto, con l’appuntamento con la sezione millesuoni. A scaldare il pubblico il djset di DjMaurovecchi con le sue inconfondibili sonorità funky.

Stasera alle ore 19.00 appuntamento a Piazza della Morte, in collaborazione con Magnamagna per un djset a quattro mani quello di Mamocapo e Panzer. A Piazza San Lorenzo è il turno del Piano Solo di Rita Marcotulli, la pianista è pronta a raccontare storie attraverso le note omaggiando il cinema e autori popolari italiani come Modugno e Pino Daniele.

Ricordiamo che tutti eventi del 15° JazzUp Festival sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti e in virtù delle misure di sicurezza e prevenzione in vigore per il Covid-19, per i concerti serali della sezione atuttojazz a Piazza San Lorenzo è vivamente consigliata la prenotazione.

Scopri come prenotare su www.jazzupfestival.it

Seguici sui social Pagina Facebook e Account Instagram