Ruggero Grassotti

 

VITORCHIANO – Quest’anno il Comune di Vitorchiano aderisce alla Giornata Internazionale “Cities for Life – Città per la vita – Città contro la pena di morte”, promossa dalla Comunità di Sant’Egidio.

La Giornata si celebra il 30 novembre, anniversario della prima abolizione della pena di morte in uno Stato europeo, l’allora Granducato di Toscana, avvenuta nel 1786. Nella serata di mercoledì 30 novembre il palazzo comunale di Vitorchiano, in Piazza Roma, sarà illuminato con una luce colorata per testimoniare l’adesione del comune a questa giornata. La manifestazione, rappresenta la più grande mobilitazione abolizionista di livello internazionale. Un’occasione per sensibilizzare maggiormente la cittadinanza e manifestare la volontà di abolire definitivamente la pena di morte, una pratica ancora troppo diffusa in un mondo considerato di “avanzata civiltà”.

“La pena di morte – dice il sindaco di Vitorchiano, Ruggero Grassotti (foto) – rappresenta una forma di brutalità che contraddice la visione riabilitativa della giustizia, legittimando la violenza al livello più alto e utilizzandola spesso per colpire minoranze politiche, etniche o religiose. Oggi, dopo anni di battaglie civili e di sforzi diplomatici a diversi livelli, sono ancora 58 i Paesi che mantengono la pena capitale. Nonostante negli ultimi anni il numero di esecuzioni sia lentamente diminuito, rimangono circa 20.000 le persone su cui pesa una condanna a morte. Con l’adesione a questo avvenimento mondiale, vogliamo sostenere a gran voce l’opposizione alla pena di morte e ad ogni pratica violenta”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email