VITORCHIANO – Con lo spettacolo “Spoon river” della Compagnia Instabile teatro amatoriale di Vitorchiano, andato in scena domenica 23 luglio, si è chiusa chiuso la rassegna teatrale “Fidelitas” patrocinata dal Comune di Vitorchiano. La manifestazione estiva è dedicata al ricordo di Marco Lampa e Sandro Corbucci, morti sul lavoro tredici anni fa.

Nella serata conclusiva l’assessore Gian Paolo Arieti ha ringraziato la presidentessa Marisa Borni per il grande impegno, dedizione e passione nell’organizzare la rassegna, arrivata alla sua undicesima edizione, offrendo ogni estate spettacoli di eccellente valore, oltre a diffondere cultura e far conoscere Vitorchiano in ambito regionale.

La giuria, composta da Graziano Cerica, Giovanni Auriemma, Alessandra Ambrosini e il consigliere Alessandro Vagnoni, ha stabilito i vincitori del Premio Sandro e Marco 2017. Premio per il migliore spettacolo al “Teatro di Roma” con “Sogno di celluloide” di Giuseppe Cantagallo, a cui è stato assegnato anche il premio alla migliore regia. Migliore attrice regionale Simona Tomassin per lo stesso spettacolo. Alla “Gilda dei Guitti” la miglior scenografia e il migliore attore protagonista regionale Gianni Pasquali. Il premio del pubblico è stato conquistato da “Ben Hur” di Gianni Clementi messo in scena dalla “Bottega dei Rebardò” a cui è andato anche il premio speciale della giuria assegnato a Sandro Calabrese.

Alle compagnie locali che hanno partecipato con spettacoli dialettali sono andati i premi: attore protagonista Giovanni Luniddi di Soriano nel Cimino, miglior attrice Giovanna Scoponi di Montefiascone e il premio del pubblico ai Casaioli di Vetralla.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email