L’assessore Cruciani: “Scuole, sistema idrico, strade, illuminazione, cimitero, ambiente: tutte le azioni concluse, in corso e in partenza”

Nonostante l’emergenza sanitaria, che tuttora purtroppo rallenta sia gli iter amministrativi sia i cantieri fisici, sul fronte dei lavori pubblici il Comune di Vitorchiano nel corso del 2020 e in questi primi mesi del 2021 ha avviato numerose azioni, alcune in corso o prossime alla partenza e altre già concluse.

Come già illustrato nei mesi scorsi – ricorda l’assessore ai lavori pubblici Federico Cruciani – l’amministrazione continua a lavorare, passo dopo passo, per rendere il paese sempre più fruibile, sicuro e moderno. Le risorse economiche, ovviamente, vanno cercate, reperite e dosate, quindi occorre procedere per priorità, dando progressiva risposta alle tante necessità che emergono sul territorio”. Il sindaco Ruggero Grassotti aggiunge che “tutto questo viene portato avanti con lo sguardo rivolto al futuro, per progettare e realizzare la Vitorchiano del domani, con un’attenzione particolare alla sicurezza, alla coesione sociale e all’ambiente”.

Nel dettaglio, i tanti interventi già conclusi o in corso d’opera riguardano immobili scolastici (infissi, impianti , arredi interni ed esterni, adeguamento a norme anti Covid, efficientamento energetico, telecamere agli ingressi, pavimento antishock nelle aree esterne), sistema idrico (rifacimento di tratti ultratrentennali dell’acquedotto, sistemi di allarme, sistemazione di alcune calate delle fognature sulla rupe ecc.), strade (sistemazione parte dissestata Via Manzoni, Piazza Umberto I, accesso parcheggio della “Cella”, alcune vie delle frazioni Pallone e Paparano, rifacimento dei tappetini dei marciapiedi di collegamento con il centro ecc.), cimitero (sistemazione del tetto e conseguente nuova agibilità della chiesa, rifacimento dell’impermeabilizzazione di alcune porzioni delle coperture dei loculi).

Inoltre – riprende Cruciani – sono state recentemente eseguite alcune azioni attese da tempo, come la sistemazione dei pozzetti fognari, mentre altre sono ancora in corso, come l’asfaltatura di alcuni tratti dissestati della rete viaria comunale. A queste si aggiungeranno presto, essendo avviati e/o conclusi gli iter, il proseguimento del marciapiede in Via Bachelet, la conversione della pubblica illuminazione sulla viabilità principale con Led a basso consumo e la posa di arredo per il fitness in un’area verde di Paparano”. Per quanto riguarda l’illuminazione, nello specifico, il Comune sta completando i dettagli per le procedure di gara tramite la CUC della Provincia di Viterbo, progetto per cui è stata già eseguita la manifestazione di interesse. “Grazie al decreto Crescita del Governo – aggiunge l’assessore – potremo realizzare nuovi impianti di illuminazione laddove al momento non ce ne sono, come in Via La Nova“.

Vogliamo inoltre continuare a crescere – continua il sindaco Grassotti – dal punto di vista turistico-ricettivo. A tal scopo, abbiamo adeguato i locali di Piazza Roma utilizzati come cucina dalla Pro Loco e dalle altre associazione durante i tanti eventi che confidiamo possano tornare presto a svolgersi. A breve sarà avviata la sostituzione degli infissi del palazzo comunale, che con la sala consiliare e la torre è un vero gioiello da visitare. Saranno inoltre avviate le procedure di gara per il rifacimento dei marciapiedi di Via Cavour, uno dei due viali di accesso al borgo: un progetto di circa 250mila euro recentemente finanziato dalla Regione Lazio che ringraziamo per il continuo supporto“.

In Via Manzoni si è concluso da alcuni mesi il ripristino della pavimentazione dissestata in cemento sotto i tigli, nel tratto dalla caserma dei carabinieri alla scuola primaria. Queste attività fanno seguito all’asfaltatura di Piazza Umberto I, già effettuata nel 2016, e il completamento del parcheggio multipiano a servizio del borgo, un’opera che rischiava di rimanere incompiuta a causa di un progetto originario incompleto. Eseguita inoltre la progettazione, con richiesta di specifico finanziamento alla Regione Lazio, per valorizzare il complesso di Sant’Agnese realizzando, nei locali dell’ex beauty farm, un polo museale permanente su storia e tradizioni del territorio. Nelle prossime settimane, come già anticipato in consiglio comunale, è previsto l’avvio definitivo della gara pubblica per la realizzazione del centro di raccolta sul territorio di Vitorchiano, evitando che i cittadini siano costretti a percorrere chilometri per smaltire rifiuti speciali e ingombranti. Infine, imminenti anche le procedure di gara per l’adeguamento sismico della scuola primaria e media, intervento di circa 700mila euro strategico e ormai improcrastinabile per dare maggiore sicurezza agli edifici di Via Manzoni.