Venerdì 7 ottobre alle ore 21:00 presso la Parrocchia della Basilica di San Francesco alla Rocca, si terrà l’incontro “GENITORI NON SI NASCE, SI DIVENTA”.

È il primo degli otto incontri gratuiti rivolti ai genitori, agli insegnanti, ai catechisti, alla comunità educante promossi dalla Caritas diocesana di Viterbo, dall’Associazione Genitori di Vitorchiano e dall’Ufficio Pastorale Consultorio Familiare diocesano, con il Progetto S-NODI, un progetto pilota che nasce dalla precisa volontà di tessere e consolidare le relazioni sociali delle famiglie con il territorio.

Quindi, dal 7 ottobre fino al 20 novembre si terranno incontri di approfondimento sulla genitorialità per promuovere il benessere familiare in quanto il manuale per essere “bravi” genitori non esiste ma si può migliorare ogni giorno crescendo insieme ai nostri figli.

L’obiettivo del Progetto S-Nodi è sostenere i genitori nel loro ruolo educativo, fondamentale nella crescita dei figli, e per mettere in comunicazione la famiglia e i vari attori della comunità educante del nostro territorio attraverso la partecipazione, la cura, l’empowerment, la bellezza e la cultura affinché si sviluppi un laboratorio permanente per contrastare la povertà educativa e per renderci consapevoli che la realizzazione delle piene potenzialità di un minore è “un bene comune” e ci sta a cuore, come diceva Don Lorenzo Milani con il suo motto “I care”.

Gli incontri saranno tenuti dall’Associazione Genitori di Vitorchiano, (A.Ge. Vitorchiano Aps), e l’Ufficio Pastorale Consultorio Familiare della Diocesi di Viterbo con il Dottor Claudio Mariani. I temi che saranno affrontati in questo percorso riguarderanno la genitorialità, l’affettività, l’adolescenza, la prevenzione e il contrasto al bullismo e cyberbullismo e all’uso di sostanze tossiche, e interverranno professionisti del settore: Dr. Paolo Landi, allievo di Don Lorenzo Milani e della Scuola di Barbiana, Dr.ssa Giovanna Lo Sapio psicologa e psicoterapeuta, consulente uffici giudiziari, già docente di psicologia all’Università degli Studi di Firenze, Dr. Alessandro Tundo, Capo della Squadra Mobile di Viterbo, Dr. Massimo Ranuzzi e Dr.ssa Grazia Zagaglioni dell’Associazione “Pietra scartata – Aibi: Amici dei bambini”, Dr. Maurizio Germano, mediatore Bullismo e Cyberbullismo della Scuola di Formazione insegnanti e tecnici.

Il secondo incontro sarà comunicato nei prossimi giorni. 

Per informazioni: [email protected] e visitate il profilo Facebook di Caritas diocesana di Viterbo e di A.Ge. Vitorchiano Aps

“I genitori devono essere affidabili, non perfetti. I figli devono essere felici, non farci felici”.  Cit. Madre Teresa di Calcutta

Articolo precedenteConferenza programmatica della Lega, il coordinatore provinciale, Andrea Micci, traccia le linee dell’azione futura
Articolo successivoAss. Medici per l’ambiente- Isde: “Un nuovo studio dimostra che la riduzione dei pesticidi non basta a proteggere i gruppi vulnerabili dall’inquinamento”