Il progetto, finanziato dalla Regione Lazio, contribuirà a migliorare l’intero servizio di smaltimento rifiuti

Proseguono i lavori, avviati nel novembre 2021, per la realizzazione del nuovo centro di raccolta sul territorio del Comune di Vitorchiano, una delle principali opere pubbliche su cui l’amministrazione Grassotti ha puntato e che presto diventerà realtà.

L’obiettivo – ricorda il consigliere delegato all’ambiente Marco Salimbeni – è migliorare il servizio di raccolta dei rifiuti nel suo complesso e questo intervento renderà più agevole e veloce, e sempre gratuito, il conferimento di alcune tipologie di rifiuto domestico quali elettrodomestici e RAEE, ingombranti, mobili, materassi, verde ecc. Inoltre, il centro di raccolta eviterà al cittadino residente di doversi recare in località Molinella”.

Con la determinazione del 5 febbraio 2018 la Regione Lazio ha finanziato il progetto con 200mila euro. Dopo l’affidamento dei lavori eseguito nell’estate scorsa, il cantiere permetterà presto a Vitorchiano di avere un sito organizzato e in grado di offrire ai cittadini un servizio economico e puntuale. La fase esecutiva fa seguito, ovviamente, al lungo iter amministrativo portato avanti nel corso degli ultimi anni, per il quale l’amministrazione comunale ringrazia tutti gli uffici coinvolti. I lavori, anche condizionati nelle tempistiche dalla pandemia, ora vanno avanti spediti.

Un’opera fortemente voluta – sottolinea l’assessore ai lavori pubblici Federico Cruciani – per andare incontro alle esigenze del territorio, con il fine di migliorare il servizio di raccolta dei rifiuti ottimizzando la loro differenziazione, ridurre i costi generali e tutelare ulteriormente l’ambiente. La conferma della concessione del finanziamento è stato l’ennesimo segnale di vicinanza e sostegno da parte della Regione Lazio alle realtà che, come il Comune di Vitorchiano, lavorano giorno dopo giorno per incrementare i servizi al cittadino. Infatti, le evidenti sinergie che andranno a crearsi tra il servizio di raccolta porta a porta e il nuovo centro di raccolta comunale, permetteranno di potenziare anche alcuni servizi domiciliari come quelli del ritiro delle ramaglie e degli sfalci d’erba, dell’olio esausto da cucina e degli ingombranti. Un’opera pubblica strategica su cui quattro anni fa abbiamo iniziato a lavorare e che oggi, finalmente, sta prendendo forma trasformandosi in realtà”.

In tal senso si ricorda anche che, a seguito di specifica gara eseguita dalla SUA (Stazione Unica Appaltante) della Provincia di Viterbo, dal 1° gennaio 2022 è cambiata l’impresa affidataria del servizio di raccolta rifiuti porta a porta per il prossimo quinquennio. Alla medesima (Ekorec) sarà anche affidata la gestione del nascente centro di raccolta. “Tra le novità del 2022 – conclude Salimbeni – anche un eco-sportello dedicato agli utenti, il potenziamento dei servizi a domicilio nonché dei canali di comunicazione online o tramite app mobile“.

Articolo precedenteCivita Castellana, riqualificazione viabilità con nuovi fondi da GAL e protezione Civile
Articolo successivoBagnoregio, vasto incendio che da circa 24 ore non si riesce ad arrestare (VIDEO)