In seguito alle sollecitazioni di un gruppo di cittadini, sono stati rimossi da Porta San Leonardo, nel Comune di Acquapendente, i rifiuti da cui era sommersa.

In questo caso, il degrado è aggravato dal valore storico del posto, la cinta muraria (tra l’altro bendocumentato di recente in un libro) ma è solo un esempio in cui versano le zone marginali del paese.

Infatti, la stessa situazioned’incuria si può ritrovare in quasi tutte le altre aree periferiche, evidenziando agli effetti pratici una delle tante debolezzedell’attuale Amministrazione Comunale. Fermo restando che alla base di tutto deve rimanere il senso civico dei cittadini, e che purtroppo in molti casi è il primo a mancare, si deve considerare anche che un’Amministrazione Comunale deve occuparsi in modo efficiente del territorio e dell’ambiente che gestisce.

Questo significa anche agevolare i cittadini nella raccolta dei rifiuti con isole ecologiche che siano aperte in orari che vengano incontro il più possibile alle diverse esigenze. Ma osservando l’orario dell’isola ecologica del Comune di Acquapendente, si può vedere che così non è.

Infatti si può trovare aperta solamente dal martedì al sabato dalle 9 alle 12 e 30, in modo tale che le persone impegnate la mattina per motivi di lavoro, non ne possono usufruire. Diversamente, l’orario precedente prevedeva l’apertura dal martedì al sabato dalle 9 alle 12 e 30 di mattina e il pomeriggio dalle 15 e 30 alle 17 e 30, e la domenica mattina dalle 9 alle 12 e 30, venendo incontro a chi non poteva andare la mattina oppure durante la settimana, cercando di soddisfare quindi le esigenze della maggior parte dei cittadini. Riteniamo che questa gestione degli orari di apertura dell’isola ecologica sia una grave carenza nella gestione dei rifiuti da parte dell’Amministrazione Comunale, alla quale chiediamo una risoluzione rapida.

A nostro parere, inoltre, – si legge in una nota della Lega – sarebbe più opportuno che la Polizia Locale, oltre che multare i pochi cittadini, residenti e non, che si avventurano per l’ormai quasi deserto centro storico, segnalasse queste situazioni e si attivasse per risolverle. Purtroppo il degrado delle aree circostanti il paese è soltanto lo specchio dell’inefficienza di un’Amministrazione Comunale che purtroppo non è all’altezza della “monnezza”.