ACQUAPENDENTE – Si è svolta Domenica 22 febbraio, ad Acquapendente, la manifestazione organizzata dal “Comitato Marò Liberi” in sostegno dei Fucilieri di Marina Salvatore Girone e Massimiliano Latorre. Nonostante il maltempo, circa 500 persone hanno sfilato nelle vie cittadine chiedendo la liberazione dei due fucilieri di marina da tre anni ingiustamente detenuti in India.

 

Alla manifestazione hanno partecipato numerosi Sindaci: Alberto Bambini di Acquapendente, Fabio Bartolacci di Tuscania, Ermanno Nicolai di Tessennano, Francesco Ciarlanti di Blera, Mario Giulianelli di Villa San Giovanni in Tuscia, Giuseppe Cesetti vice sindaco di Canino, Salvatore Serra di Ischia, Andrea Garbini di Castel Giorgio e Massimo Bambini di San Lorenzo Nuovo.

 

Nel corteo erano presenti alcuni esponenti politici: l’onorevole Alessandra Terrosi del Pd, Giulio Marini, Francesco Battistoni e Francesco Urbanetti di Forza Italia.

 

Il corteo è partito da piazza del Duomo accompagnato dalla fanfara dei bersaglieri di Torre Alfina e dalle sbandieratrici del Gruppo Storico Musicale Città di Viterbo, che si sono esibiti, tra gli applausi scroscianti della popolazione, in piazza Girolamo Fabrizio da dove sono partiti 200 palloncini che hanno colorato il cielo di tricolore. Successivamente, in piazza della Costituente è stata deposta una corona d’alloro al monumento ai caduti.

 

La manifestazione si è conclusa all’interno del teatro comunale con alcuni interventi coordinati dal giornalista Silvano Olmi. Dal palco, Evaristo Cerrini ha ricordato brevemente la vicenda che coinvolge i nostri connazionali e ha ringraziato tutti i partecipanti, le associazioni d’arma e il Colonnello Mario Mochi. Il Sindaco di Acquapendente Alberto Bambini ha fatto appello alla diplomazia europea affinché intervenga per risolvere la questione. La cerimonia è terminata con la lettura, da parte della signora Maria Margherita Bucci, di un suo componimento poetico dedicato ai due marò.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email