VITERBO – Continuano i controlli dei carabinieri del comando Provinciale di Viterbo impegnati per garantire ai cittadini vacanze più sicure. Nell’appena trascorso fine settimana oltre 250 uomini in più di 150 pattuglie, tra cui i militari dei nuclei Ispettorato del Lavoro e Antisofisticazioni e Sanità di Viterbo ed un’unità cinofila antidroga del Nucleo Cinofili di Santa Maria di Galeria (RM), sono stati impiegati nei servizi di prevenzione generale, intensificati in tutta la provincia con lo scopo di contrastare i fenomeni delinquenziali più ricorrenti e che ingenerano maggiore insicurezza.

 

Nei controlli delle principali arterie viarie, delle località turistiche, del litorale, dei laghi e dei luoghi di maggiore aggregazione tra cui locali notturni e discoteche, i carabinieri hanno effettuato un arresto, 22 denunce, 2 segnalazioni per uso personale di stupefacenti. Oltre 400 gli autoveicoli controllati con più di 50 contravvenzioni al codice della strada e 120 punti decurtati sulle patenti degli indisciplinati automobilisti.

 

Nel dettaglio:

 

Caprarola – Nella notte di venerdì scorso ne aveva denunciato la scomparsa la sorella. Si tratta di un uomo di 51 anni del posto affetto da disturbi del comportamento che qualche ora prima, mentre si trovava a passeggio con la madre, se ne era allontanato correndo facendo perdere le proprie tracce. I Carabinieri lo hanno ritrovato in zona nella notte di domenica all’interno di una rivendita materiali edili. Ai militari l’uomo, trovato in preda a forti dolori addominali, ha riferito di aver ingerito prodotti per la pulizia e quindi è stato immediatamente trasportato presso l’ospedale Belcolle dove è stato trattenuto presso il pronto soccorso in osservazione. Sempre a Caprarola, militari del pronto intervento hanno denunciato un operaio 22enne residente a Nepi per detenzione e porto abusivo di un coltello di genere proibito, rinvenuto nel vano porta oggetti della sua autovettura nonché un giovane di 28 anni del posto per detenzione di munizionamento da guerra poiché trovato in possesso di un bossolo completo di ogiva cal. 7,62 nato, anche questo rinvenuto nel cassettino porta oggetti dell’autovettura di cui era alla guida; il giovane è stato anche denunciato per guida in stato di ebbrezza, perché riscontrato con un tasso alcolemico superiore al consentito. La stessa sorte è toccata ad un operaio 28enne di origini bielorusse e ad un pregiudicato 60enne, entrambi del posto, anche loro sorpresi alla guida in stato di ebbrezza alcolica. Un 19enne di Fabrica di Roma è stato denunciato per essersi rifiutato di sottoporsi agli accertamenti psico-fisici correlati all’uso di sostanze stupefacenti.

 

Carbognano – Un muratore albanese di 35anni, pluripregiudicato, è stato denunciato perché dopo essersi presentatosi presso la locale stazione carabinieri per avere alcuni chiarimenti sull’affidamento del figlio, alla presenza di altri cittadini, ha iniziato ad inveire nei confronti del comandante minacciandolo di morte ed oltraggiandolo. Un salernitano di 58 anni residente Ceprano (FR) è stato invece denunciato per maltrattamenti in famiglia a seguito della denuncia della convivente, una donna di 52 anni residente a Carbognano.

 

Vejano – Un pregiudicato romano di 41 anni e la sua convivente sono stati denunciati a conclusione di un’indagine lampo per il furto di un navigatore satellitare, una collana in oro e vari oggetti personali consumato su un’autovettura in sosta nel parcheggio dell’ospedale Gemelli di Roma. Nel corso della perquisizione nell’abitazione dei due, i militari hanno rinvenuto parte della refurtiva che è stata restituita al legittimo proprietario.

 

Blera – Due giovanissimi romeni, di 17 e 18 anni, entrambi pregiudicati, sono stati denunciati per molestie per aver importunato una studentessa 14enne del posto. I due, dopo averla seguita per un po’ nel centro del paese, la bloccavano chiedendogli insistentemente il numero del cellulare. Quattro giovani di età compresa tra i 20 ed i 26 anni, un romano, due tarquiniesi ed uno di Barbarano Romano, sono stati segnalati per l’uso personale di stupefacenti dai carabinieri delle Stazioni di Caprarola e Barbarano Romano nel corso di una serie di controlli effettuai nei pressi di locali notturni e discoteche. I militari hanno complessivamente sequestrato 5 g di hashish ed una dose di cocaina, in un caso occultata da uno dei ragazzi negli indumenti intimi.

 

Viterbo – Tre pregiudicati romeni di età compresa tra i 24 ed i 36 anni provenienti da Blera, Vetralla e San Giovanni in Tuscia, sono stati denunciati per furto dai carabinieri del pronto intervento della Compagnia di Viterbo che a bordo della loro autovettura hanno trovato 177 bottiglie di vino rosso doc di Montalcino delle quali non hanno saputo giustificare la provenienza né fornire documentazione utile a stabilirne il possesso legale. All’interno dell’auto i militari, che stanno svolgendo mirati accertamenti per risalire alla provenienza, hanno sequestrato anche un cacciavite di grosse dimensioni, due taglierini ed un coltello. Un viterbese di 40 anni, già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, è stato denunciato per evasione per essersi allontanato senza autorizzazione dall’abitazione.

 

Capodimonte – Nel pomeriggio di sabato, i militari della locale Stazione carabinieri hanno arrestato per evasione un egiziano di 45 anni sorpreso nel centro abitato dopo essersi allontanato dall’abitazione in cui si trovava in regime di arresti domiciliari per il reato di maltrattamenti in famiglia.

 

Acquapendente – Una ragazza di 21 anni del posto è stata denunciata e gli è stata ritirata la patente di guida perché dopo che era uscita di strada con la propria autovettura i militari ne hanno riscontrato lo stato di alterazione dovuto uso di sostanze stupefacenti.

 

Bagnoregio – Un operaio 50 enne del luogo è stato denunciato per violenza privata e minaccia nei confronti del suo datore di lavoro, un iraniano 60enne residente a Montefiascone. A causa di dissidi sorti nell’ambito del rapporto di lavoro tra i due, l’uomo alla guida della propria autovettura aveva tagliato la strada al proprio titolare costringendolo a fermarsi e dopo lo aveva minacciato urlando e brandendo un coltello.

 

San Lorenzo Nuovo – Un artigiano di 45 anni del posto è stato denunciato per minacce nei confronti di una coetanea residente nel ternano. Due giovani del Mali, di 20 e 22 anni, ospiti di una struttura di accoglienza sono stati, invece, denunciati per violenza privata per aver impedito temporaneamente per futili motivi ad un operatore del centro di uscire da uno dei locali della struttura.

 

Grotte di Castro – Un 36enne del posto è stato denunciato per aver sparato al gatto della vicina di casa con una carabina ad aria compressa. L’animale è morto dopo qualche giorno a seguito delle gravi ferite. L’arma e 250 pallini, che l’uomo deteneva regolarmente, sono stati sequestrati.

 

Ischia di Castro – Un senegalese di 51 anni residente da tempo a Viterbo è stato denunciato per aver esposto sulla propria autovettura un contrassegno di polizza assicurativa contraffatto.

 

Montalto di Castro – Due giovani romani di 21 e 24 anni, trovati complessivamente in possesso di 6 g di hashish, sono stati segnalati per l’uso personale di stupefacenti dai carabinieri della locale Stazione. I militari erano stati allertati da alcune mamme che durante uno spettacolo di intrattenimento musicale all’interno di un noto residence della zona avevano notato “strani” movimenti tra alcuni giovani e quindi, preoccupate per i loro figli, hanno deciso di richiedere l’intervento dei carabinieri.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email