ROMA – I finanzieri del Comando Provinciale di Roma hanno arrestato in flagranza di reato un funzionario della Regione Lazio, per il reato ipotizzato di concussione (art. 317 c.p.), per aver chiesto ed ottenuto una mazzetta da 1.000 euro dal responsabile di una onlus del Lazio che, negli anni, ha beneficiato di finanziamenti rivolti alla realizzazione di iniziative a vantaggio dei consumatori.

 

L’arresto, eseguito dal Nucleo di Polizia Tributaria della Capitale, è scaturito proprio dalla denuncia presentata dal responsabile della suddetta onlus, operante nel settore della tutela dei cittadini e dei consumatori, che ha raccontato alle Fiamme Gialle come l’uomo, dopo un iniziale atteggiamento, pretestuoso e ostruzionistico, motivato con la necessità di applicare la vigente normativa, gli avesse chiesto denaro con il pretesto di asserite e particolari esigenze personali, in particolare per sostituire la caldaia di casa. Per vincere ogni forma di resistenza del responsabile della onlus, il funzionario non ha esitato a paventare possibili future ispezioni nei confronti dell’associazione.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email