Gli Agenti della Squadra Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Viterbo hanno denunciato due cittadini di origine africana, residenti nel capoluogo viterbese, responsabili in concorso tra loro dei reati di falsa attestazione sulla propria identità a Pubblico Ufficiale, falsità materiale e tentata truffa. 

Nel corso di un servizio di prevenzione finalizzato a riscontrare il regolare svolgimento degli esami per il conseguimento della patente di guida, i poliziotti hanno accertato che uno degli indagati si era presentato alla prova in sostituzione del vero candidato, esibendo un documento contraffatto riportante i dati anagrafici del richiedente l’abilitazione alla guida uniti alla propria fotografia.

Vistosi scoperto lo straniero, che stava sostenendo l’esame al posto del connazionale in cambio di una congrua remunerazione economica, si è dato a precipitosa fuga sperando di non essere catturato. Ma gli investigatori, partendo dalla fotografia del documento ed utilizzando sofisticati software informatici, sono riusciti ad identificarlo e a risalire anche al committente.

Articolo precedenteRaid degli Etruschi 2022: terza edizione, terzo successo!
Articolo successivoCampagna prevenzione anti-truffa della Polizia su prenotazione casa vacanze