Nello scorso fine settimana la Questura di Viterbo ha predisposto più servizi di controllo straordinario del territorio, avvalendosi anche dell’ausilio di equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Roma e della Sezione Polizia Stradale di Viterbo. L’attività di prevenzione si è concentrata nelle principali arterie stradali cittadine, con particolare attenzione alle zone di “San Faustino”, “Sacrario”, “Valle Faul” e “Viale Trento”, mediante dispositivi mobili di viabilità anche appiedati e posti di controllo.

In particolare, nell’area compresa tra piazza Martiri d’Ungheria e via di Valle Piatta, in supporto ad un’attività info-investigativa posta in essere da personale della Polizia di Stato della Squadra Mobile, si procedeva a fermare un minorenne intento in un’attività di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane veniva sorpreso nell’atto di cedere una dose – rilevatasi poi dagli accertamenti tecnici successivi essere hashish – ad un coetaneo.

Dopo un controllo più accurato sulla persona e sul luogo il ragazzo veniva ritrovato in possesso di una grossa somma di denaro suddivisa in banconote di piccolo taglio, nonché di tre bilancini per la pesatura delle dosi al fine della vendita al dettaglio. Il giovane veniva pertanto deferito in stato di libertà all’Autorità giudiziaria per il reato di detenzione di sostanza stupefacente a fini di spaccio e, nei suoi confronti, verrà irrogata la misura di prevenzione dell’Avviso Orale in ossequio al recente Decreto Legge “Caivano”.

All’esito complessivo dei servizi sono state identificate 214 persone, molte delle quali con precedenti penali e controllati 125 veicoli, con elevazione di 10 sanzioni amministrative per violazioni inerenti al Codice della Strada. Anche nelle prossime settimane proseguiranno i dispositivi straordinari di controllo del territorio della Polizia di Stato in aggiunta alla quotidiana attività di prevenzione garantita quotidianamente nell’arco delle 24 ore dalle pattuglie della Squadra Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico.