Lenti a contatto in inverno: tutto quello che c’è da sapere

Secondo i dati del Ministero della Salute, in Italia il 18,6% della popolazione soffre di problemi di vista in maniera moderata o grave. Molte di queste persone scelgono di indossare lenti a contatto ogni giorno per motivi estetici o di comodità. Tuttavia, esistono ancora alcuni miti legati all’indossare lenti a contatto in inverno.

Questo articolo vuole far luce su alcuni di essi e al contempo rispondere ad alcune delle frequenti domande rivolte ad ottici ed oculisti da coloro che vorrebbero iniziare a indossare le lenti a contatto per astigmatismo o miopia.

Congelamento

Uno dei falsi miti sulle lenti a contatto è quello del congelamento in inverno. A questo riguardo potete stare tranquilli, le lenti a contatto non congelano nemmeno in condizioni di freddo estreme. Potrete quindi usarle senza alcun problema sia durante la vita quotidiana che quando di decide di praticare sci, snowboard o altre attività invernali.

Secchezza oculare

È vero invece che le lenti a contatto possono provocare secchezza oculare in inverno. Il vento invernale, freddo e secco, in combinazione con il riscaldamento all’interno degli edifici possono rendere gli occhi meno idratati.

Fortunatamente, per contrastare questo fenomeno e donare sollievo ai propri occhi si possono adottare diverse contromisure. Prima su tutte ci sono le gocce oculari, che applicando regolarmente possono donare sollievo e mantenere l’occhio idratato. Per quanto riguarda la propria casa, inoltre, si può ricorrere all’uso di deumidificatori per ambienti per regolare il livello di umidità nell’aria all’interno dell’abitazione.

Influenza

È possibile indossare le lenti a contatto quando si ha l’influenza, tuttavia non in tutti i casi. Quando sono presenti arrossamenti o infiamazioni nella zona oculare sarebbe preferibile l’uso degli occhiali. Inoltre, quando la sonnolenza si presenta come uno dei sintomi dell’influenza si può correre il rischio di addormentarsi indossando le lenti. In questi casi è quindi consigliato scegliere gli occhiali per una questione di comodità.

Se si sceglie comunque di indossare le lenti durante l’influenza è poi indispensabile prestare ancora più attenzione all’igiene delle proprie mani. Lavando le mani con sapone antibatterico prima di toccare l’occhio o le lenti ci assicureremo che germi e batteri non vengano a contatto con i bulbi oculari.

Scottature

Ebbene sì, è possibile scottarsi gli occhi non solo d’estate ma anche in inverno. Specialmente praticando sport invernali sulle piste da sci, i raggi UV possono causare delle scottature agli occhi in grado di danneggiarli. In genere questi danni si presentano nella parte superiore della cornea e possono provocare mal di testa, sensibilità alla luce, lacrimazione e visione distorta.

Le scottature agli occhi in inverno sono provocate in maggior parte dai raggi UV che vengono riflessi nella neve. Per questo motivo è imperativo usare maschere da sci od occhiali da sole con adeguata protezione al di sopra di occhiali o lenti a contatto.