Con l’approssimarsi della fine dell’anno, analisti e investitori sono particolarmente impegnati nell’analizzare i mercati finanziari, alla luce del quadro macroeconomico del momento, per cercare di capire quali potrebbero essere i titoli in grado di realizzare dei rendimenti interessanti nel corso del 2023. Si tratta di una consuetudine di analisi e previsione molto importante per gli investitori, che ovviamente presenta sempre un certo margine di errore in quanto non è mai possibile prevedere tutte le varianti.

Rispetto agli anni precedenti, nel 2023 saranno con molta probabilità molto gettonate le azioni di società molto grandi e capitalizzate. Queste hanno infatti la particolarità di presentare generalmente una volatilità inferiore, nonostante abbiano spesso un ritmo di crescita molto contenuto, che può offrire una resa migliore in un periodo in cui l’inflazione e i rischi legati ad una possibile recessione si fanno sentire. Tali titoli possono infatti rappresentare un punto fermo per la composizione di un portafoglio per molte persone che investono attraverso il trading online.

Una base solida al portafoglio

Tra le azioni da comprare nel 2023 continuano a figurare, per esempio, quelle delle big tech e del settore automotive. Queste vengono scelte sia per la loro capacità di dare stabilità ad un portafoglio azionario ben diversificato, sia perché mantengono spesso delle potenzialità di crescita. Le principali di queste sono, ad esempio:

  • Amazon.
  • Apple.
  • Wells Fargo.
  • Ford.
  • HP.
  • Exxon-Mobil.
  • Tesla.
  • Kering SA.

Amazon ha spesso stupito il mondo degli investitori per i risultati ottenuti. Ovviamente nessun titolo può continuare a crescere all’infinito, e questo gli investitori lo sanno bene. Generalmente però Amazon viene scelta perché a questa società tutti attribuiscono il merito di saper aprire sempre dei nuovi core business interessanti. Apple è invece un titolo generalmente stabile ma in grado di realizzare buone performance dopo il lancio di nuovi prodotti.

Wells Fargo è una delle più importanti banche americane e secondo diversi analisti potrebbe trarre giovamento dall’aumento dei tassi d’interesse portato avanti nel 2022 (che potrebbe proseguire anche nel 2023). Ford viene segnalata per una scelta molto coraggiosa, quella di puntare in modo consistente sul mercato delle auto elettriche, inserendosi nel settore come competitor di gruppi come Tesla e Nio. Per Ford questa partita non è facile, né priva di rischi ma le proiezioni parlano di una possibile forte crescita del comparto nei prossimi anni.

Altri titoli molto interessanti

Il gruppo HP, marchio storico per quanto riguarda l’elettronica di consumo, è generalmente apprezzato per la stabilità che offre, la quale si traduce nella capacità di resistere meglio di altri titoli simili ai periodi di turbolenza. Exxon-Mobil piace a molti investitori perché la situazione geopolitica e la guerra in Ucraina potrebbero portare i petroliferi ad accumulare altro valore nel corso del 2023 ma soprattutto perché presenta una quota significativa di dividendi che vengono ripartiti tra gli azionisti.

Tra i titoli leggermente meno noti spicca la situazione di Kering SA, una società che racchiude al suo interno diversi marchi molto blasonati che vendono prodotti considerati come beni di lusso (come ad esempio Gucci e Balenciaga). La guerra ha precluso a questo gruppo le vendite in Russia ma secondo diversi analisti il titolo potrebbe aver pagato un prezzo più alto di quanto questo fenomeno non abbia realmente inciso sul fatturato aziendale e di conseguenza potrebbe conservare delle buone prospettive per il futuro.

Infine meritano una menzione anche diverse azioni cinesi, come ad esempio Tencent, Bidu e Pinduoduo, che sembrano attraversare finalmente un momento positivo dopo mesi particolarmente complessi. Queste nello specifico conservano delle potenzialità enormi, visto che in Cina la situazione macroeconomica è diversa da quella di Europa e Stati Uniti ma al tempo stesso anche dei rischi molto elevati. Per questo motivo per ogni investitore è sempre indispensabile procedere con la massima cautela.

Articolo precedenteSeconda sconfitta stagionale per lo Sporting Club Thule
Articolo successivoDonne: la TOP manager familiari