MONTALTO DI CASTRO – Storie e piatti briganteschi che andranno a ripercorrere il periodo in cui Domenico Tiburzi, detto “Domenichino”, a metà dell’Ottocento fu ritenuto il padrone incontrastato della Maremma, e che per circa 24 anni riuscì a restare latitante…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati

Articolo precedente“Approvato il piano del turismo, uno strumento innovativo per tutta la regione”
Articolo successivoRiforma Confidi, via libera del Senato. De Simone: “Attendiamo approvazione definitiva della Camera”