I volontari della Protezione Civile di nuovo impegnati sulla strada Provinciale che collega il centro storico della città di Montefiascone con il sottostante Lago di Bolsena.

Poiché, tra le altre cose, lungo la strada mancano le progressive kmetriche ci troviamo in difficoltà a localizzare ove le possibilità di caduta delle piante è più frequente e maggiori sono le probabilità di rischio.

Nel tratto dei tornanti, tanto per intenderci e zone limitrofe, lungo le scarpate vi è una lunga fila di alberi che penzolano sulla carreggiata in modo molto instabile, cosicché, ogni volta che si verificano condizioni climatiche avverse con continue piogge come sta accedendo in questi giorni, la caduta di una o più piante è realtà concreta con il necessario intervento della Protezione Civile per la loro rimozione e la riapertura della strada al traffico. Il fenomeno si è ripetuto nella mattinata di oggi con ben tre piante cadute.

Questa mattina la competente squadra della Protezione Civile, con il polivalente mezzo APS, è dovuta intervenire per rimuovere una pianta e potare le altre due per mettere in sicurezza la strada. Il tutto sotto l’occhio vigile dei Carabinieri Forestali che hanno pensato anche alla regolamentazione del traffico.

La realtà che lascia perplessi sta nel fatto, che la Protezione Civile, con lettere ufficiali, ha più volte fatto presente tale criticità e le competenti autorità, in primis quelle Provinciali, poi quelle Comunali competenti per territorio, non esigono né favoriscono, con gli adeguati strumenti, il rispetto dei dettami dell’art. 29 del Nuovo Codice della Strada che recita al comma 1: I proprietari confinati hanno l’obbligo di mantenere le siepi in modo da non restringere o danneggiare la strada o l’autostrada e di tagliare i rami delle piante che si protendono oltre il confine stradale e che nascondono la segnaletica o che ne compromettono, comunque, la leggibilità dalla distanza e dalla angolazione necessarie.

 Mentre al comma 2 si legge: Qualora per effetto di intemperie o per qualsiasi altra causa vengano a cadere sul piano stradale alberi piantati in terreni laterali o ramaglie di qualsiasi genere e dimensioni, il proprietario di essi è tenuto a rimuoverli nel più breve tempo possibile.

Nei due commi successivi sono descritte le relative multe da applicare qualora i suddetti commi vengano disattesi.

Pietro Brigliozzi