CANINO – Si è tenuta giovedì 9 aprile u.s. nella sala comunale di Canino, la prima assemblea di presentazione del comitato Cittadinanza Attiva Onlus, che ha visto la partecipazione del Sindaco, di rappresentati istituzionali, forze dell’ordine, e di alcuni soci fondatori del Comitato Uniti per una Maremma Migliore di Grosseto.

 

Costituitosi spontaneamente ad opera di un gruppo di cittadini, Cittadinanza Attiva vuole farsi portavoce, presso le istituzioni pubbliche, delle problematiche dei cittadini e dei bisogni del territorio, evidenziandone le urgenze, affinché chi di dovere se ne faccia carico, occupandosene. Sicurezza , ambiente e legalità , sono i temi caldi di cui il neo comitato ha deciso di occuparsi. La mission, collettare le criticità evidenziate dai cittadini, esponendole al referente istituzionale, e seguendole fino alla loro risoluzione.

 

Le iniziative già intraprese ed attive sono: 2 numeri di telefono con reperibilità notturna a cui far riferimento in caso di bisogno. La stesura e distribuzione di un vademecum, gratuito sulla sicurezza realizzato in collaborazione con il Comitato Uniti per una Maremma migliore di Grosseto e patrocinato dal Comune di Canino.

 

1 sportello di ascolto, dedicato alle esigenze dei cittadini e delle cittadine, aperto due volte a settimana, ai quali è abbinato anche un numero telefonico cui far riferimento per l’ascolto. Particolare attenzione sarà dedicata quindi alle azioni che servano a rimuovere e risolvere la disparità di genere. “Iniziative come questa hanno già preso il via, con successo, in tanti altri comuni, ad esempio a Grosseto, con il quale abbiamo subito attivato utili collaborazioni e scambi. Sono già 250 i cittadini che hanno aderito a Cittadinanza Attiva e siamo certi che il numero è destinare ad aumentare. Sono davvero tante e stimolanti le iniziative che si possono intraprendere e sviluppare insieme. Inoltre un conto è far presente urgenze e problematiche del territorio da soli, altro è presentarle a nome di un gruppo rappresentativo qual è il nostro comitato, non possono essere ignorate. Per comunicare con tutti, anche con i più giovani, a breve saranno attivati i social e realizzato un sito internet ” dichiara Stefania Pieri, la presidente.

Commenta con il tuo account Facebook