A seguito ddei forti scossoni politici, avvenuti nelle ultime settimane nella città di Montefiascone, il partito di Fratelli d’Italia, dell’allora segretario Paolo Manzi, viaggia a vele spiegate, mette in fila gli altri gruppi e raggiunge la vetta della classifica dei rapporti di forza politica con ben due Assessori, Ceccarelli e Manzi, il presidente del consiglio, Bellacanzone ed un consigliere con deleghe, Capocecera.

Il tutto è stato annunciato in via ufficiale, con ampia soddisfazione, sia dall’attuale coordinatore comunale Paolo Manzi che dal condottiero del partito, Massimo Ceccarelli.
Ormai il partito ha raggiunto una buona credibilità, ha scavalcato Forza Italia, avendo raggiunto il ventiquattro per cento dei consensi, stando all’ultima tornata elettorale, per cui si è dovuto dare una organizzazione politicamente più solida con la creazione di un circolo ed un Direttivo. In questo contesto, Dante La Corte è stato eletto quale coordinatore, Paolo Manzi ha assunto l’incarico di portavoce del partito, Massimo Ceccarelli è rimasto al suo posto quale responsabile di un settore regionale, Bellacanzone è rimasto presidente del consiglio comunale, Capocecera è rimasto consigliere con delega; ovviamente questi ultimi due, nei prossimi consigli comunali voteranno con la maggioranza, come ha ufficialmente dichiarato il Bellacanzone.
Con la sicurezza che Bellacanzone, essendo ormai parte integrante di Fratelli d’Italia, vota con la maggioranza, questa non ha più necessità di ricercare altri voti altrove, in considerazione che i numeri cambiano.

In Maggioranza: Sindaco, Vice sindaco, Leonardi, Notazio, Pompei, Bellacanzone, Ceccarelli, Manzi e Capocecera; in opposizione: Cimarello, Cicoria, De Santis, Moscetti, con la ipotizzabile variante Bracoloni, Merlo, Femminella e Chiatti che potrebbero diventare la forza aggiunta per l’una o l’altra fazione a seconda delle tematiche trattate.

Per Fratelli d’Italia, la necessità di avere una struttura di questo tipo, è scaturita dal fatto che, il partito che fa capo alla Meloni, con il suo incremento e le adesioni conquistate, grazie anche al buon lavoro svolto da Manzi, è riuscito a compattare tutto il centro destra, anche in prospettiva della tornata elettorale comunale della prossima primavera.

Nel contesto, anche se con tante riserve e molti dubbi, viene anche da pensare che il partito Fratelli d’Italia stia mettendo le radici ed i fondamentali postulati per la stesura della prossima definitiva lista elettorale di Centro Destra.

Pietro Brigliozzi