Dopo la nomina dei nuovi vertici, il coordinatore provinciale Andrea Micci e il vice Fabio Bartolacci, avvenuta il luglio scorso, sono stati nominati ad oggi 30 coordinatori in altrettanti comuni della Tuscia.

«Tutti sono già a lavoro», dice il coordinatore Andrea Micci che spiega: «Il radicamento territoriale è la base da cui vogliamo ripartire per un partito solido, presente, capace di operare nel concreto della quotidianità, così come nella definizione di visioni e progetti per il futuro. Lo abbiamo detto alla nostra conferenza programmatica e lo stiamo portando avanti.

Siamo un partito del fare che ad ogni promessa fa seguire un’azione. Proseguiremo speditamente nelle prossime settimane fino ad arrivare alla completa copertura di tutta la Tuscia. Ogni comune dovrà avere il proprio referente della Lega – prosegue Micci -.  Quel che mi preme sottolineare, però, non è solo la questione dei numeri, quanto il clima di grande collaborazione, coinvolgimento e soprattutto entusiasmo che si sta respirando in quest’opera di ricostruzione del partito sulla provincia di Viterbo, dove ognuno trova il suo spazio e lì è libero di esprimersi e portare il suo contributo a un unico disegno comune, perché, al di là degli ondeggiamenti del consenso popolare, crede fermamente, e al di fuori delle contingenze del momento, nel progetto Lega.

Sono queste le persone su cui vogliamo fondare i pilastri di una nuova realtà provinciale di partito. Una ripartenza possibile anche al prezioso lavoro svolto dal vice coordinatore Fabio Bartolacci che sta mettendo in campo tutta la sua esperienza e le sue energie. Animati tutti da una forte motivazione che deriva anche dalla consapevolezza di avere, finalmente un governo in linea con la volontà popolare che, quando ha potuto scegliere, ha voluto il centrodestra alla guida del Paese.

Una vittoria, ma anche una responsabilità, per noi tutti, di dimostrarci all’altezza del compito anche a livello territoriale, fino al più piccolo comune.  Un governo in cui la Lega avrà un peso importante e questo aggiunge ancora più benzina al motore, già scoppiettante, della Lega della provincia di Viterbo. Completata l’opera di riorganizzazione del partito, convocheremo un’assemblea per presentare tutti i nostri coordinatori/coordinatrici in ogni comune», conclude Andrea Micci.

Articolo precedenteTruffe agli anziani di Orte, denunciata una persona dai Carabinieri
Articolo successivoStreet For Kids, il 21 ottobre a Viterbo per richiedere Strade Scolastiche nei pressi delle scuole