Dal 7 al 10 dicembre grande tappa di Tuscia in Jazz for SLA con grandi nomi del panorama musicale nazionale e internazionale

Si aprono giovedì 7 dicembre 2023 i quattro giorni di Tuscia in Jazz for SLA a Ronciglione con grandi nomi del genere in cartellone. Alle ore 21.00 presso la Chiesa di San Sebastiano il concerto di Enrico Pieranunzi e Rosario Giuliani con il loro omaggio a Duke Ellington, vero gigante della musica del XX secolo, le cui geniali composizioni si collocano nel panorama dell’arte pura e senza tempo, al di là di generi ed etichette. Dopo due decenni di splendida collaborazione nei contesti più diversi, Pieranunzi e Giuliani si sono finalmente ritrovati in studio per un progetto tutto loro: “Duke’s Dream” . Le raffinate e originalissime interpretazioni attraverso le quali Pieranunzi e Giuliani propongono le composizioni del “Duca” esprimono al meglio quella comune visione della musica che da tempo ha fatto di loro due protagonisti assoluti della scena jazzistica internazionale. 

Enrico Pieranunzi nasce a Roma nel 1949. Pianista, compositore, arrangiatore, ha registrato più di 70 CD a suo nome spaziando dal piano solo al trio, dal duo al quintetto e collaborando, in concerto o in studio d’incisione, con Chet Baker, Lee Konitz, Paul Motian, Charlie Haden, Chris Potter, Marc Johnson, Joey Baron. Pluripremiato come miglior musicista italiano nel “Top Jazz”, annualmente indetto dalla rivista “Musica Jazz” (1989, 2003, 2008) e come miglior musicista europeo (Django d’Or, 1997), Pieranunzi ha portato la sua musica sui palcoscenici di tutto il mondo esibendosi nei più importanti festival internazionali, da Montreal a Copenaghen, da Berlino e Madrid a Tokyo, da Rio de Janeiro a Pechino. A partire dal 1982 si è recato numerose volte negli Stati Uniti dando concerti in varie città tra cui New York, Boston, San Francisco. Si tratta dell’unico musicista italiano di sempre e uno dei pochissimi europei ad aver suonato e registrato più volte nello storico Village Vanguard di New York con Marc Johnson and Paul Motian (Camjazz, 2010). 

Rosario Giuliani, diplomato in Sassofono al Conservatorio di Musica “L. Refice” di Frosinone con il massimo dei voti, nel 1996 è vincitore del Premio Massimo Urbani e l’anno seguente dello Europe Jazz Contest, assegnatogli in Belgio come miglior solista e al suo quartetto come miglior gruppo: Nel 2000 si aggiudica il “Top Jazz” nella categoria nuovi talenti e nel 2010 come miglior sassofonista dell’anno, risultando primo nel referendum annuale indetto della rivista “Musica Jazz“. Inoltre vince nel 2010 e nel 2013 i Jazz It Awards come miglior sax alto. Tante e prestigiose anche le sue collaborazioni nell’ambito del jazz, dove ha avuto modo di affiancare musicisti di valore assoluto. Nel settembre del 2000 Rosario Giuliani ha firmato un importante contratto con la prestigiosa casa discografica francese Dreyfus Jazz, con la quale ha registrato sei album di grandissimo successo: “Luggage” (aprile 2001), “Mr. Dodo” (ottobre 2002), “More Than Ever” (ottobre 2004) in featuring con Richard Galliano e Jean-Michel Pilc, “Anything else” (gennaio 2007) “Lennie’s pennies” in featuring con Joe La Barbera (marzo 2010), “Images” (aprile 2013) in featuring con Joe Locke, John Patitucci e Joe La Barbera. Nel 2013 pubblica per l’etichetta Jando Music e Via Veneto “The Golden Circle”, tributo alla musica di Ornette Coleman insieme al trombettista Fabrizio Bosso. A marzo 2016 esce il suo album “The Hidden Side” per l’etichetta Parco della Musica Records. In ottobre “Cinema Italia” tributo alla musica di Ennio Morricone e Nino Rota per l’etichetta Jando Music con Luciano Biondini, Enzo Pietropaoli e Michele Rabbia. A Gennaio 2017 è uscito “Duke’s Dream” per l’etichetta tedesca Intuition in insieme al pianista Enrico Pieranunzi. Si intitola “Love in Translation” l’ultimo lavoro discografico uscito per Jando Music/Via Veneto Jazz a gennaio 2020 con Joe Locke, Dario Deidda e Roberto Gatto. 

Venerdì 8 dicembre sarà il turno di Paolo Recchia in duo con Jordan Corda alle ore 18.00 alla Chiesa di San Sebastiano. Paolo Recchia il suo esordio discografico nel 2008 con “Introducing Paolo Recchia” in featuring con Dado Moroni e nel 2011 il nuovo “Ari’s Desire” con ospite il grande trombettista Alex Sipiagin, entrambi per la Via Veneto Jazz distribuzione Emi Music. “Three for Getz” con Enrico Bracco alla chitarra e Nicola Borrelli al contrabbasso è il suo terzo album che vanta le note di copertina di uno dei più prestigiosi musicisti della storia del jazz italiano, Dino Piana. Nell’ottobre 2009 e 2010 partecipa a New York agli Italian Jazz Days, settimana del jazz italiano, prodotti dal Jazz at Lincoln Center e dall’Istituto Italiano di Cultura. 

Tuscia in Jazz for SLA prosegue il 9 e 10 dicembre con tanti concerti tra gli ospiti Rita Marcotulli con il suo concerto in piano solo. L’ingresso a tutti i concerti è gratuito e chi vuole può donare a favore della ricerca e del Centro Clinico Nemo del Policlinico Gemelli di Roma, eccellenza italiana per la SLA. 

Programma Tuscia in Jazz for SLA a Ronciglione

Giovedì 7 dicembre – ore 21.30 – Chiesa di San Sebastiano – Enrico Pieranunzi e Rosario Giuliani
Venerdì 8 dicembre – ore 18.00 – Chiesa di San Sebastiano – Paolo Recchia e Jordan Corda
Sabato 9 dicembre – ore 18.30 – Chiesa di San Sebastiano – Esharef Ali Mghagag Trio
Sabato 9 dicembre – ore 21.30 – Teatro Petrolini – Rita Marcotulli “Piano solo. Autoritratto”
Domenica 10 dicembre – dalle ore 10.30 alle 16.00 – Borgo medioevale – #musicforsla con Traindeville, Luca Casagrande, Riccardo Rinaudo, Sarah Jane Olog, Faber Folk Trio, Anomanouche Trio, Her Pillow, Rossella Costa.
Domenica 10 dicembre – ore 18.00 – Chiesa di San Sebastiano – Rosario Giuliani, Gegè Munari, Luciano Biondini, Fabio Zeppetella
Lunedì 18 dicembre – ore 21.00 – Duomo – Roderick Giles and Grace Gospel Choir.