VITERBO – “Spesso si parla dell’ospedale di Viterbo “Belcolle” per le carenze che purtroppo ancora continuano ad esistere, ma che è mia convinzione che si stia lavorando per risolvere.

Raramente si parla però delle esperienze positive vissute dagli assistiti che, tra l’altro, sono numerose. Mia madre, molto anziana, ha dovuto affrontare l’esperienza della radioterapia: in quel reparto ho trovato non solo una grande professionalità, ma anche disponibilità, gentilezza, umanità e aggiungo simpatia, da parte dei medici e di tutto il personale. Mi sono addirittura chiesto se tale personale l’avessero scelto anche per le qualità umane visto che avrebbe operato con pazienti particolarmente sensibili.

So anche che attualmente uno dei macchinari con cui lavorano è superato da nuove tecnologie e che si sta lavorando per la sua sostituzione con uno di ultima generazione: spero che ciò avvenga nel più breve tempo possibile, nell’interesse delle numerose persone che hanno avuto la sfortuna di dover intraprendere un percorso già di per sé stesso pesante.

Desidero dunque inviare un ringraziamento di vero cuore al primario dott. Pompei, al dott. Fiorentino, a tutti gli altri medici e a tutto il personale che opera nel reparto”.

Alessandro Giovagnoli

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email