TUSCANIA – Con l’intento di rilanciare e “riscoprire” il Museo Archeologico di Tuscania, che il 1 Maggio scorso ha visto la riapertura delle sale superiori, il 19 Maggio prossimo, alle ore 11, avrà luogo una conferenza stampa, organizzata dal Comune di Tuscania e dalla Soprintendenza, curata dalla Dott.sa Paola Quaranta.

 

“Sicuramente è stato uno sforzo operativo da parte nostra della soprintendenza, ma senza il supporto dell’opinione pubblica, delle associazioni, del Comune di Tuscania e la spinta in generale di tutto il territorio, non saremmo riusciti in questo risultato- dichiara la direttrice del museo Paola Quaranta- senza le sale che verranno riaperte venerdì prossimo, la lettura della storia etrusca di Tuscania era incompleta. Nelle sale inferiori sono conservati unicamente i reperti delle famiglie nobili, quindi i Curunas ed in generale tutta la parte della collezione Campanari, mentre con la visita della parte superiore sarà possibile avere un escursus completo di tutto il percorso storico, culturale ed artistico della civiltà etrusca sul territorio e di conseguenza della trasformazioni avvenute nel tempo”.

 

“Ringrazio la dottoressa Paolo Quaranta e tutta la soprintendenza per l’impegno sostenuto nell’apertura delle nuove sale del Museo di Tuscania che è una realtà importante dell’archeologia nazionale e a volte risulta sottovalutato- commenta il Sindaco Bartolacci- sono convinto che attraverso un lavoro di collaborazione con la soprintendenza possiamo rilanciarlo in un circuito di maggiore fruibilità da parte dei tanti turisti che frequentano il nostro territorio”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email