Gara molto difficile quella di domenica prossima per la Stella opposta alla prima della classe che si presenta a Viterbo con un ruolino di marcia eccellente: Grottaferrata conta infatti 21 successi su 24 gare disputate e gli ultimi quattro incontri vittoriosi. Una squadra che schiera giocatori di notevole spessore come Ridolfi, Meschini, Spizzichini, Brenda, Tretta, Bistarelli e Garofolo che uniscono qualità ad esperienza ed affidabilità in un roster completato da giovani di sicuro talento.

La Stella Azzurra scende in campo ancora una volta in questa stagione con un roster incompleto: assenti dal match infatti sia di Gennaro, bloccatosi domenica per uno stiramento, che Napolitano infortunato ad una mano. Due assenze molto pesanti ed improvvise che in questa circostanza hanno però fatto ancor più unire un gruppo certamente in credito con la fortuna che pare avergli girato le spalle fin dall’inizio della stagione. Chi sarà della gara vorra’ certo fornire una prestazione al massimo livello per far dimenticare le assenze, offrendo una prova di grande carattere.

Servirà quindi una Stella in versione super per potersi giocare una partita dove la posta, in questa fase del campionato, è molto alta soprattutto per quelle squadre che vogliono conquistarsi un posto tra le migliori. La squadra ha avuto un inizio di torneo molto penalizzante, ma quando ha potuto utilizzare tutti i propri effettivi ha conquistato 9 vittorie su 13 gare. Mancano ancora sei incontri alla fine della stagione regolare ed una classifica corta può essere rivoluzionata ogni domenica, lasciando ancora aperte molte variabili per la composizione definitiva sia della griglia playoff che di quella playout.

Attualmente la Stella è all’interno delle potenziali finaliste, ma ogni risultato alla fine può essere determinante.
Fanciullo ha preparato la partita in settimana chiedendo ai ragazzi di dare il massimo, di crederci fino in fondo e di affrontare Grottaferrata alzando l’asticella della concentrazione e del gioco di squadra, ma oltre a questo dovrà essere poi l’approccio mentale giusto a fare la differenza tra le due squadre. Il gruppo c’è, le qualità anche e l’Ortoetruria vorrà dimostrarlo davanti al proprio pubblico proprio contro l’avversaria più forte dell’intero lotto.
Un’occasione certo difficile, ma affascinante e sportivamente unica per confermare di meritare un posto tra le migliori.

Commenta con il tuo account Facebook