Umbertide si impone al PalaMalè dominando il secondo tempo di un match caratterizzato anche da blackout elettrici, provocati da condizioni meteo decisamente avverse abbattutesi per l’intero pomeriggio su Viterbo e l’intera Tuscia.

Il primo quarto vede le umbre fare sempre corsa di testa con Paolocci e De Cassan sugli scudi, Viterbo fatica a contenere le avversarie e si ritrova ad inseguire (3-10 prima e 6-13 poi) nonostante qualche buona conclusione di Grimaldi e Veinberga. Proprio nell’ultimo giro di lancette arriva però la riscossa delle gialloblù di casa che, spinte dalla giovanissima Firrito e dalla seconda tripla a bersaglio di Veinberga, rientrano fino al -1 con cui si chiude la prima frazione.

Appena il tempo di rientrare sul parquet e Umbertide tenta di nuovo la fuga con un break di 8-0 che obbliga la panchina di casa al timeout; le umbre sono trascinate dalla polacca Kotnis che realizza sette punti nel solo secondo parziale ma coach Scaramuccia trova un ottimo impatto da Gaia Cirotti e soprattutto da Veronica Martin che piazza canestri importanti anche dalla lunghissima distanza volando in doppia cifra personale ben prima della pausa di metà gara. Grazie alla sua play e ad un buon controllo dei rimbalzi difensivi, la Belli 1967 resta a contatto respingendo i tentativi di allungo ospiti.

A 27 secondi dalla sirena di metà partita, sul punteggio di 39-31 per Umbertide, arriva un black-out che costringe le due squadre a fermarsi per una decina di minuti e alla ripresa non ci sono altri canestri così sono le ragazze di coach Contu a tornare negli spogliatoi sul +8.

Nel terzo periodo Umbertide tocca subito il massimo vantaggio sul 42-31 con la tripla di Pompei ma Viterbo risponde con Cirotti; peccato che le gialloblù non riescano a sfruttare tante conclusioni da sotto canestro per riavvicinarsi e pagano questi errori a caro prezzo perché Umbertide è invece molto precisa al tiro con De Cassan e Paolocci e quando Prosperi piazza una tripla con l’aiuto del tabellone il divario tra le due squadre è di 18 punti (34-52). La Belli 1967 lima qualche punto dalla lunetta ma non basta ad impensierire Umbertide che ritrova precisione e concentrazione per andare all’ultimo riposo sul 39-56. Poco dopo la sirena il secondo blackout elettrico e quando si riprende sono ancora le ospiti a dettare legge.

Kotnis è implacabile sia al tiro che a rimbalzo, la difesa gialloblù non riesce più a tenere e così gli ultimi minuti non regalano particolari sussulti con La Bottega del Tartufo in grado di portare a casa meritatamente i due punti.

Belli 1967 Viterbo – La Bottega del Tartufo Umbertide – 53 – 78

Belli 1967: Martin 10 (1/3,2/5), Grimaldi 9 (1/4,2/6), Bevolo ne, Veinberga 9 (0/4,3/7), Gasbarri (0/1), Boccalato 6 (1/4,1/3), Patanè 4 (1/5,0/1), Cirotti 9 (4/5,0/2), Pasquali (0/1 da tre), Spirito 1 (0/1,0/2), Stoichkova 3 (1/4,0/1), Firrito 2 (1/1). All. Scaramuccia

Umbertide: Pompei 6 (1/2,1/1), Giudice 7 (3/6,0/1), Bartolini, Kotnis 20 (9/12), Prosperi 8 (1/2,2/6), Spigarelli 5 (2/6), Moriconi 8 (1/4,2/5), Paolocci 14 (3/4,2/3), Gambelunghe, Giuseppone, De Cassan 10 (2/4,1/3). All.Contu

Arbitri: Lucia Bernardo e Matteo Spinelli

Note: Tiri liberi Belli 1967 9/20, Umbertide 10/16. Rimbalzi Belli 1967 Landscape 35 (Boccalato 7), Umbertide 43 (Kotnis 12). Parziali 10’ (14-15), 20’ (31-39), 30’ (39-56). Nessuna uscita per 5 falli