Altra vittoria della Stella Azzurra Viterbo che sul campo di Ostia conquista i due punti contro una combattiva e mai doma Alfa Omega.

Partono meglio i ragazzi di Tardiolo che si schierano fin dall’inizio con una difesa a zona che manterranno per tutta la gara, schema contro il quale i biancostellati non trovano subito le contromisure anche a causa di percentuali da fuori non in linea con le solite registrate dal team di

Fanciullo. Il coach non è soddisfatto dl gioco dei suoi che alla fine del primo quarto sono sotto 820 e rivoluziona la squadra con una rotazione completa, richiamando in panchina il quintetto iniziale per Piazzolla, Frisari, Casanova, Navarra e Rogani. La scelta paga subito perché l’Ortoetruria aumenta i ritmi, difende su tutti i giocatori avversari ed opta per un attacco alla zona che porta ottimi risultati. Casanova mette subito sette punti, ma è Rogani che prima con una schiacciata stellare e subito dopo con una bomba da oltre 7 metri sigla il sorpasso dei suoi, prima che Frisari segni il canestro di un parziale di 16-0 che disorienta la pur arrembante squadra di casa. Manzo cerca di far rimanere attaccata Ostia in risposta a quattro bei punti del giovanissimo Taurchini, poi Di Pasquale riaccorcia, ma sulla seconda sirena Frisari mette a referto il 33-30 per i viterbesi.

Al rientro la Stella rischiera in campo Meroi, Reale, Rovere, Pebole e Price che sono subito in partita. L’Ortoetruria comincia a controllare la gara anche se i lidensi non intendono arretrare di un passo giocando un basket estremamente dinamico ed aggressivo su ogni pallone. Rovere mette 8 punti in un paio di minuti, Manzo e Di Pasquale con due centri ciascuno tengono sotto i locali e Pebole piazza la tripla del +5 (47-42) proprio sulla sirena del terzo quarto.

Nell’ultima frazione l’Ortoetruria alza ritmi e difesa. Reale non sbaglia né da sotto né da fuori ed il divario comincia ad ampliarsi. Alfa Omega attacca il canestro ad ogni pallone e recupera 10 liberi su falli avversari, ma anche sul lato opposto i biancoblu non sbagliano dalla lunetta e Pebole conclude con un gioco da tre fissando il risultato finale sul 72-59 per i viterbesi.

Partita non bellissima, ma dai toni agonistici molto alti. La Stella ha di fatto tardato un quarto a trovare giusti ritmi e carburazione, ma il gioco della squadra di Tardiolo riesce sempre a mettere in difficoltà i suoi avversari. Quando l’Ortoetruria è stata capace di sviluppare i suoi schemi preferiti e ritrovare i propri automatismi, la gara si è indirizzata dalla parte di Viterbo che ha vinto con merito. Tra i biancostellati molto buona la prova di Casanova, Rogani e Frisari, ma validissima la prestazione di Piazzolla, Navarra e Taurchini che hanno impresso alla gara una svolta con un ottimo secondo quarto. Tra i padroni di casa una dovuta citazione per Di Pasquale e Simone Manzo, leader di un gruppo comunque giovane, ma di grandi prospettive.

Si chiude così con questo successo la prima parte della stagione. In settimana il calendario della fase finale che da domenica 23 rivedrà in campo l’Ortoetruria.

 

ALFA OMEGA 59: Brichese ne, Manzo S. 9m Amon, Di Pasquale 17, De Robertis ne, Vitale L. 9, Manzo G. 6, Tomassoni 0, Ramaj 10, Vitale A. 8, Crestini ne; Coach: Tardiolo

 

STELLA AZZURRA VT ORTOETRURIA 72: Price 2, Frisari 4, Reale 15, Rogani 5, Navarra, Taurchini 4, Pebole 17, Meroi, Rovere 11, Piazzolla 1, Casanova 13; Coach: U. Fanciullo, Ass.ti: J. Vitali, A. Capobianchi