La richiesta di rinvio a giudizio per ben sedici dirigenti dell’ACEA chiarisce in modo inequivocabile la natura delle società di diritto privato che gestiscono i beni comuni: il profitto e i dividendi prima di tutto, anche a costo di provocare…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati

Articolo precedenteBurocrazia la vera pandemia (2° parte)
Articolo successivoMontefiascone, Chiatti (FI): “Bene protocollo ex Cobalb, ora però celerità nel trasferimento fondi e assunzione dipendenti”