Il 21 e 22 novembre a Viterbo lo spettacolo itinerante in collaborazione con Archeoares

Giovedì 21 e venerdì 22 novembre 2019, nell’ambito del progetto di teatro di narrazione “Viterbo, i Papi e i Pellegrini“, la compagnia Tetraedro in collaborazione con Archeoares, con il patrocinio della Fondazione Carivit, presenta lo spettacolo “Lux in tenebris“.

Si tratta di uno spettacolo itinerante di “tabulae viventes“, cioè “dipinti studiati per colpire come tanti luminosi fendenti il sonno ingenuo del popolo”, come spiega il regista Francesco Cerra. Un modo per narrare la storia del genere umano e tramandarla ai più, in cui i quadri di importanti artisti rinascimentali come Perugino, Raffaello, Lotto, Guido Reni, Ghirlandaio, Botticelli saranno spiegati attraverso la rappresentazione degli attori.

Lo spettacolo è itinerante e partirà in entrambe le serate alle ore 21 dal Polo Monumentale Colle del Duomo di Viterbo con una presentazione artistica a cura di Vera Anelli, a cui segue la performance teatrale.

Il progetto “Viterbo, i Papi e i Pellegrini” vuole raccontare la città e il suo territorio e ha già proposto appuntamenti mattutini per gli studenti e serali per i turisti e il pubblico interessato, come “Viterbo e i Papi” gli scorsi 17 e 18 ottobre e “Nel vivo. Canti sulla Francigena” il 10 novembre.

Biglietto d’ingresso 10 euro. Per informazioni e prenotazioni: 389.0672580 – [email protected][email protected].