Sempre più sicurezza nel recapito della corrispondenza dei pacchi con l’App “Safety”

Installata sui palmari in dotazione ai portalettere viterbesi, la nuova App consente di effettuare chiamate di soccorso in caso di malore o infortunio e in tutte le condizioni “non sicure” potenzialmente in grado di pregiudicare il proprio lavoro o la propria o altrui sicurezza

Cresce ulteriormente l’attenzione alla sicurezza con la nuova App “Safety” installata sui 65 smartphone in dotazione ai portalettere del centro di distribuzione di Via dell’Industria, a Viterbo.

L’App e le sue funzioni – Sempre più tecnologici e digitali, gli smartphone a disposizione dei portalettere semplificano e velocizzano il lavoro di recapito e, grazie alla recente installazione della nuova funzionalità, consentono di effettuare chiamate di emergenza o richieste di soccorso.

Con un semplice “click” sulla voce “SOS” dell’App, infatti, il portalettere può inviare una segnalazione relativa a una situazione di malessere o infortunio a una delle quattro “security room” di Poste Italiane sul territorio nazionale (Roma, Milano, Genova e Napoli), operative 24 ore su 24 nella vigilanza di 13 mila siti aziendali per la sicurezza di dipendenti e cittadini.

Grazie a questa nuova App – precisa Stefano De Carolis, responsabile del Centro di Distribuzione di Viterbo – il portalettere potrà inviare una segnalazione relativa a una qualsiasi ‘condizione non sicura’ dovuta, ad esempio, a eventi atmosferici eccezionali, terremoti, incendi, aggressioni o viabilità, in grado di pregiudicare il proprio lavoro o la propria e altrui sicurezza.” In tema di prevenzione e anche al fine di una ulteriore sensibilizzazione sull’importanza della corretta attuazione delle misure di protezione, l’applicazione richiede al portalettere, prima dell’uscita in “gita”, di confermare l’utilizzo di tutti i dispositivi di protezione individuale.

I nuovi smartphone e le caratteristiche – Con dimensioni più contenute rispetto ai precedenti e in grado di rendere più agevole l’attività degli addetti al recapito, i nuovi smartphone consentono il pagamento cashless dei principali bollettini, dei MAV e della corrispondenza e pacchi in contrassegno sia attraverso la funzionalità «Paga con codice» di PostePay sia con la nuova tipologia di pagamento SoftPos, in modalità contactless. Inoltre, è possibile fare ricariche telefoniche e PostePay, sempre con pagamenti senza denaro contante, in modo più sicuro e veloce.

I nuovi dispositivi rendono più rapide anche le operazioni di consegna tracciata di corrispondenza, pacchi e raccomandate, assicurate e atti giudiziari. Inoltre, grazie all’utilizzo della firma elettronica del destinatario direttamente sullo smartphone, permettono di gestire, in modo efficace, il recapito su appuntamento e il ritiro a domicilio della posta registrata.