Il professor Silvano Onofri ordinario di botanica sistematica all’Università della Tuscia è stato nominato dal ministro  dell’Università e Ricerca Gaetano Manfredi, presidente della  Commissione Scientifica Nazionale per l’Antartide (CSNA) per il prossimo quadriennio.

La Commissione consultiva del Ministro, propone le linee guida della ricerca italiana in Antartide. Approva i Programmi Esecutivi Annuali, si occupa delle relazioni internazionali e valuta i progetti di ricerca presentati dalla comunità scientifica nazionale, anche in collaborazione internazionale.

“E’ un importante incarico che richiede impegno e grandi capacità-ha detto il professor Onofri- prerogative presenti in ogni componente di questa Commissione. L’incarico che mi ha conferito il ministro Manfredi conferma anche le alte professionalità e competenze esistenti nell’Università della Tuscia”.

L’Italia è il quinto Paese al mondo per produzione scientifica per l’Antartide e contribuisce alla conoscenza di fenomeni naturali, conoscenza fondamentale per la previsione di scenari futuri per il nostro pianeta. La Commissione Nazionale per l’Antartide (CSNA) fa parte del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA). Il professor Onofri fa parte anche di quest’ultimo organismo fin dalla sua istituzione nel 1986. Il PNRA ha due basi scientifiche in Antartide e la nave oceanografica rompighiaccio Laura Bassi e organizza ogni anno una spedizione al Polo Sud. La base Mario Zucchelli si trova sulla costa della Terra Vittoria; la base Italo-Francese Concordia si trova sul Plateau polare a 3300 metri di quota (temperatura media annuale -54,5°C!), dove si sperimenta la resistenza dell’uomo ai viaggi spaziali e si ricostruisce il clima del passato, per predire quello futuro.