Si è svolto il 15 settembre, a Viterbo, l’incontro del movimento Il Popolo della Famiglia.

Il Coordinatore Guido Pianeselli ha dato il benvenuto ai numerosi intervenuti ed ha tracciato n bilancio degli incoraggianti risultati fin qui ottenuti nonostante l’ostracismo generale.

Ha ricordato come la ragione d’essere del movimento è dare peso politico ai valori cristiani ed all’insegnamento della Dottrina Sociale della Chiesa nel campo della Famiglia, della dignità della persona umana, del valore della vita. A tale proposito sono stati ricordati i vari passi delle Encicliche Sociali degli ultimi 50 anni che, contro il Consumismo, il Capitalismo sfrenato e la Finanza impazzita, auspicano Nuovi Stili di Vita. Tanti gli interventi, che hanno spaziato in tutti i campi confrontandosi anche con sfumature diverse. La discussione ha accompagnato i presenti all’Agape conclusiva.

Per continuare il percorso di impegno, il prossimo appuntamento è fissato a Ronciglione, presso il “Foyer de Charité”, Sabato 6 ottobre.

È stato stabilito di costituire il Circolo intitolato a Santa Rosa, con uno statuto ai sensi dell’art 36 del Cc, cui possono partecipare sia tesserati che simpatizzanti, con lo scopo di promuovere i principi costituzionali sulla vita, la formazione, la libertà religiosa (ex art. 19) e di espressione (ex art. 21), il diritto universale a nascere e a vivere, l’introduzione della dottrina sociale della Chiesa Cattolica nei rapporti sociali ed economici.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email