Ready Boots chiama, Palazzo dei Priori risponde

0

 

VITERBO – Il Comune di Viterbo guarda alla nuove opportunità offerte dal turismo dell’ est. Ucraina e Russia nello specifico. Parliamo del progetto Ready Boots (www.readyboots.com) che lunedì mattina è stato presentato agli amministratori di Palazzo dei Priori.

 

“Lo staff di Ready Boots mi ha contattato – spiega il consigliere comunale Christian Scorsi – e ho ritenuto opportuno accogliere questo affiatato gruppo di giovani a Palazzo dei Priori per conoscere meglio le finalità del progetto. Sentir parlare di Viterbo come città su cui investire per turisti ucraini e russi ci ha davvero lusingato”. Quella del Comune di Viterbo è stata solo la prima tappa di un tour nella Tuscia tra privati ed enti pubblici alla ricerca di bellezze da promuovere. Presenti all’incontro oltre al consigliere Scorsi, anche gli assessori Delli Iaconi, Ciambella e la segreteria dell’assessore Barelli. “Si prospetta una possibilità di collaborazione molto interessante per promuovere la citta di Viterbo attraverso nuovi flussi turistici. Tale collaborazione – spiega l’assessore alla cultura Delli Iaconi – si potrebbe realizzare mediante un accordo tra l’ufficio turistico comunale e la realtà che ha gia una presenza stabile su Viterbo e che utilizza le moderne tecnologie del web e della comunicazione per arrivare direttamente agli utenti finali, cioè ai potenziali turisti”.

 

La grande opportunità di sviluppo è stata anche ribadita dal vice sindaco Ciambella. “Avevamo già il sentore dell’intersse che il nostro territorio suscitasse in questi Paesi e ne abbiamo avuto conferma nel vedere il lavoro mirato che il team di Ready Boots ha predisposto sul web. Durante l’incontro – ha aggiunto il vice sindaco – si è ipotizzato di istituzionalizzare il tutto con un protocollo. Il Comune fornirà tutto il materiale di promozione della città per la traduzione in cirillico. Crediamo che tutto ciò possa ampliare quella platea turistica essenziale per lo sviluppo economico della città e della Tuscia. Ben vengano dunque iniziative come quella di Ready Boots – conclude la Ciambella – soprattutto perchè partite dal basso con l’entusiasmo di giovani preparati e determinati”.

 

incontro2

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.