CANINO – A finire in manette un 51enne pregiudicato, con precedenti specifici per maltrattamenti in famiglia. L’uomo a seguito di una discussione iniziata con la ex coniuge e con la figlia, si scagliava contro di loro picchiandole a sangue.

Le due donne riuscivano a scappare e raggiungere nottetempo la caserma di Canino ed impaurite chiedevano aiuto. Pronta la risposta dei militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Tuscania e della Stazione di Canino, che riuscivano dopo il racconto delle vittime ad individuare ed arrestare l’uomo.

Durante gli accertamenti del caso i Carabinieri riuscivano a capire che quell’episodio non era isolato, ma l’ultimo di una lunga serie consumata anche fra le mura domestiche. Le vittime sono state visitate presso l’Ospedale Civile di Tarquinia a seguito delle percosse subite mentre l’uomo è stato associato presso l’abitazione dei familiari in regime domiciliare. Provvidenziale l’intervento dei militari che con la loro risposta immediata hanno evitato che il fatto finisse in tragedia.

Sempre dai Carabinieri di Canino è stato arrestato un 20enne del posto con precedenti per spaccio di stupefacenti. Il ragazzo aveva avviato una proficua attività di spaccio che non è passata inosservata ai militari dell’Arma che subito si sono attivati per contrastare il fenomeno.

Al giovane, dopo un controllo e la successiva perquisizione domiciliare, sono state sequestrate numerose dosi di marijuana, per un peso complessivo di 240 grammi, un bilancino di precisione ed una cospicua somma di danaro provento dello spaccio.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email