VITERBO – Coldiretti Viterbo fa seguito all’incontro svoltosi presso la Sala Mechelli del Consiglio Regionale Laziale lo scorso 12 novembre 2014, organizzato da Coldiretti Lazio alla presenza di oltre 100 sindaci del territorio laziale, per affrontare il tema dei danni da fauna selvatica e per sollecitare l’Assemblea legislativa regionale  ad approvare entro la fine dell’anno la proposta di legge 116/2013. La proposta, già passata al vaglio delle competenti commissioni consiliari, è fondamentale per dare una risposta alle centinaia di imprese agricole che, ogni anno, vedono la propria attività seriamente messa a rischio dai danni causati dalla fauna selvatica ed in particolare dai cinghiali.

 

In occasione dell’incontro dello scorso novembre, molti consiglieri non hanno voluto far mancare il proprio contributo, dimostrando la propria sensibilità verso il problema e facendosi espressione anche di un consenso trasversale di maggioranza e opposizione (con la sola eccezione del Movimento 5 Stelle) sul progetto di legge in questione. Si tratta di una proposta normativa che, per la prima volta, getta i presupposti per un sistema organico di interventi diretti alla tutela, alla gestione e al controllo delle specie di fauna selvatica presenti sul territorio; alla prevenzione e al risarcimento dei danni; alla pianificazione delle attività faunistico venatorie.

 

Pertanto sono sollecitati tutti gli esponenti politici di competenza ad accelerare, nel rispetto delle procedure assembleari, il più veloce passaggio in Aula della proposta di legge in questione, coerentemente con quanto affermato nel corso dell’evento di cui sopra, con l’obiettivo di dare una risposta al sistema agricolo laziale. “Contiamo su una rapida risposta dai consiglieri e da tutte le personalità politiche che hanno voce in capitolo, dal momento che si tratta, ormai, di dare una forma concreta agli impegni presi di fronte a centinaia di imprenditori agricoli e sindaci del Lazio e quindi anche della Tuscia” ha dichiarato il direttore di Coldiretti Viterbo Ermanno Mazzetti (foto).

 

“Quello dei danni da fauna selvatica è un problema che attanaglia da sempre gli imprenditori agricoli nel viterbese. A questo proposito, per esempio, l’anno 2015 è iniziato nelle nostre terre con un grave episodio di agnelli uccisi, denunciato con un forte e giusto sfogo della giovane Loretta De Simone. Come lei, centinaia di agricoltori e allevatori, scommettono ogni giorno sulla loro attività imprenditoriale e non possono più sopportare che il loro impegno sia rovinato dalla fauna selvatica senza legislazione alcuna che li tuteli” ha concluso il Presidente della Coldiretti Viterbo Mauro Pacifici.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email