Happy Box

«Nonostante il virus abbia messo tutti di fronte una terribile realtà, ha messo in luce anche il lato generoso e buono di ciascuno di noi.

In un momento come questo, dove le difficoltà sono tante ma le risorse economiche scarseggiano abbiamo cercato un modo originale di fare beneficienza, che potesse uscire da quelli che sono i classici canali di solidarietà facendolo in chiave Pasquale ma anche valorizzando le sfiziosità del nostro territorio.

Tra una chiacchiera e l’altra ci è venuta in mente l’idea di realizzare una scatola, che abbiamo chiamato Happy Box, con alcune delle eccellenze made in Tuscia, gli obiettivi sono tre: essere d’aiuto alle aziende del territorio che in questa situazione di quarantena incontrano inevitabilmente un calo delle vendite, il delivery che evita che le persone escano di casa, infine la beneficienza, spinta trainante di questa iniziativa.

Da un’idea di Francesco Schirripa e Alessandro Becattini si sono uniti alla squadra Irene Filoni (Viterbo Clean Up), Simone Bajocchi (Bajocchi Fast Print), Cristian Addabbo, William Costa, Giovanni Trani e il consigliere Comunale Andrea Micci.

Insieme siamo riusciti a contattare cinque aziende, che generosamente ci hanno offerto i loro prodotti tipici gratuitamente o a prezzo di costo e permetterci di incrementare la parte da devolvere in beneficienza, che sarà il 50% del costo del pacco, l’intero ricavato, tolte le spese per la realizzazione del box.

Le aziende sono Coccia Sesto Prosciuttificio, Lamponi dei Monti Cimini, Panificio Biscetti Guido, Cimina Dolciaria, Azienda Agricola Tenuta Casciani e il Molino Profili.

Infine altre realtà viterbesi hanno deciso di contribuire a modo loro a questa iniziativa mettendo all’interno del box dei coupon da poter utilizzare presso i vari esercizi aderenti.

Il box sarà ideale per realizzare una perfetta colazione/brunch di pasqua!

A queste va il nostro più sentito grazie e la nostra infinita riconoscenza per la disponibilità e per l’adesione all’iniziativa.

Il pacco sarà ad offerta “libera”, il prezzo da noi proposto è di trenta euro, tali da coprire le spese e permettere una donazione di 15 euro per ogni pacco acquistato.

Mail Boxes, si è offerto di distribuire i pacchi, che verrano consegnati direttamente a casa di tutti coloro che acquisteranno il pacco, mettendoci a disposizione due vetture e il gasolio gratuitamente.

Tutto il ricavato sarà devoluto all’OPI, l’ordine degli infermieri di Viterbo, che ha attivato una sottoscrizione destinata al supporto delle Asl di Viterbo e delle strutture Sanitarie delle Tuscia nell’ambito si questa emergenza “Coronavirus” per l’acquisto di DPI, dispositivi di protezione.

L’ultimo grazie va a Artium, l’associazione con cui abbiamo collaborato per la realizzazione del progetto.

Per maggior informazioni basta seguirci su instagram e su Facebook alla pagina Happy Box Viterbo, perché questa sarà solo la nostra prima Happy Box, ma ce ne saranno altre!».

 

FB: https://www.facebook.com/happyboxviterbo/

Instagram: happyboxviterbo