Il C.P.I.A. – Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti – “Giuseppe Foti” interprovinciale del Lazio sta completando il suo quarto anno di attività istituzionale e costituisce una solida realtà per l’educazione permanente, a disposizione dei cittadini come rete territoriale di servizi.

Per il giorno 19 giugno alle ore 10.30 il CPIA “Giuseppe Foti” ha organizzato una conferenza aperta alla cittadinanza presso la Sala Conferenze della provincia di Viterbo in via Saffi, per presentare le attività che costituiscono l’offerta formativa ordinamentale di questa istituzione scolastica innovativa nel panorama delle scuole di Stato.

Alla conferenza parteciperanno le Autorità rappresentative delle istituzioni cittadine; hanno dato disponibilità il sindaco, Giovanni Maria Arena, il viceprefetto aggiunto Claudio Fusco, il presidente della Provincia Pietro Nocchi, il dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Viterbo Daniele Peroni.

La dirigente scolastica Francesca Sciamanna, coadiuvata dai docenti del CPIA “Giuseppe Foti” Simona Rizzacasa, Massimo Achilli, Luigi Capaccio, presenterà il quadro delle opportunità formative per l’utenza adulta residente sul territorio della città e della provincia.

Saranno ospiti graditi, con importanti interventi sulla rete territoriale di servizi per l’apprendimento permanente che si sta realizzando sul territorio, il Direttore della Casa Circondariale di Viterbo Paolo D’Andria, il Dirigente del Settore Formazione Professionale Franco Fainelli, la referente di Retescuolemigranti Giovanna Cavarocchi.
Il CPIA “G. Foti” ha sede amministrativa a Viterbo in piazza M. Fani (Via Saffi) e sede didattica presso l’I.T.E. Savi; altre 3 sedi associate sono collocate presso scuole di Civitavecchia, Ladispoli e Fiumicino. Dal prossimo settembre 2019 sarà attivata anche una sede su Civitacastellana, presso l’I.I.S. Colasanti in via Berlinguer.

Si auspica una buona partecipazione della cittadinanza al fine di fornire informazioni utili sui percorsi ordinamentali che possono offrire prospettive di istruzione e formazione, soprattutto per le persone sprovviste di titoli di studio e attestazioni.

INFORMAZIONI UTILI SUL C.P.I.A.
Questa tipologia di istituzione scolastica di Stato si occupa di educazione permanente, curando in modo specifico il rientro nei percorsi di istruzione del I ciclo (ex licenza scuola media) dei minori che abbiano compiuto i 16 anni e della popolazione adulta sprovvista di relativo titolo di studio; inoltre organizza percorsi per la certificazione delle competenze europee, relative agli insegnamenti generali del primo biennio degli istituti tecnici, professionali e licei artistici.

I corsi, ovviamente gratuiti, si svolgono per classi di livello, in orari antimeridiani, pomeridiani e serali e vengono erogati per unità di apprendimento attraverso il sistema di riconoscimento dei crediti, formali, informali e non formali (L. 12/2012) che consente la flessibilizzazione e la personalizzazione del percorso attraverso la redazione del Patto Formativo Individuale.

In particolare il percorso del secondo periodo è del tutto innovativo e consente il riconoscimento delle competenze per il rientro in istruzione presso i corsi serali negli istituti tecnici, professionali e licei artistici, agevolando il raggiungimento del diploma di istituto superiore per gli studenti lavoratori o per coloro che abbiano difficoltà a frequentare la scuola del mattino.
Il CPIA “G. Foti” è inoltre in accordo di rete con le seguenti scuole del II^ grado con corsi serali ad indirizzo tecnico, professionale e artistico, distribuite sul territorio interprovinciale di competenza, con l’obiettivo di abbassare l’elevato grado di dispersione scolastica esistente nel nostro paese:

– a Viterbo l’ITE P. Savi e l’ITIS L. da Vinci
– a Tarquinia l’IIS Cardarelli
– a Civita Castellana l’I.I.S. “Colasanti”
– a Civitavecchia l’IIS “Calamatta” e l’Alberghiero “Stendhal”
– a Bracciano l’IIS “Paciolo”
– a Fiumicino l’IIS “Baffi”
– a Ladispoli l’’I.S.S. “Di Vittorio”

Compito specifico del C.P.I.A. è anche quello di offrire la formazione linguistica sulla conoscenza della lingua e cultura italiana ai cittadini stranieri, con attestazione a livello A2 del quadro europeo delle lingue (QCER), ai fini dell’Accordo per l’integrazione dello Straniero, che prevede una serie di azioni interistituzionali concordate tra Ministero dell’Istruzione e Ministero dell’Interno attraverso le sinergie operative con le Questure e le Prefetture di Viterbo e Roma.

Il C.P.I.A è pertanto l’unica sede istituzionale di erogazione di corsi gratuiti di Italiano L2 per stranieri che abbiano necessità dell’attestazione della conoscenza della lingua italiana a livello A2 del Quadro Europeo delle lingue, nel rispetto della normativa sull’Accordo per l’integrazione dello straniero (D.P.R: 179/2011); anche questi corsi vengono organizzati in orari sia antimeridiani che pomeridiani e serali e vengono il più possibile flessi secondo le esigenze dell’utenza.
Il C.P.I.A., in sinergia con le Prefetture, è inoltre la sede di erogazione dei test di Italiano L2, altro percorso cui i cittadini stranieri possono accedere per l’attestazione di conoscenza della lingua,
nonché delle sessioni di Conoscenza della cultura civica in Italia, previste dalla normativa vigente – DPR 179/2011 – che i cittadini stranieri devono sostenere sempre all’interno degli adempimenti previsti per l’Accordo per l’integrazione dello straniero.
Altre attività di ampliamento dell’offerta formativa aperte alla cittadinanza, predisposte su tutte le sedi didattiche, riguardano i laboratori di Lingue Straniere: inglese, francese, spagnolo, e i laboratori di Informatica.

Per iscrizioni e informazioni ci si può rivolgere alla sede amministrativa di piazza M. Fani a Viterbo, tel 0761/098709, e-mail [email protected]

Commenta con il tuo account Facebook