Alessia Mancini

«La giusta esigenza di tutelare i dipendenti dei vari punti vendita in questi giorni ha finito per creare lunghe file fuori dai negozi, code che rischiano di mettere a rischio l’incolumità dei clienti stessi.
La stessa Protezione Civile Nazionale dichiara in queste ore che è preferibile un orario di apertura delle attività commerciali più ampio per evitare inutili assembramenti causati dalla paura delle persone di rimanere senza i beni primari.
Per questo – afferma l’assessore al comune di Viterbo Alessia Mancini – sono a chiedere, alla Regione Lazio, di autorizzare temporaneamente i punti vendita all’ingrosso e i Cash and Carry alla vendita al dettaglio.

Questo consentirebbe di avere più punti vendita, senza andare a gravare sulle esigenze di integrità psicofisica dei già tanti dipendenti che quotidianamente prestano la loro attività al pubblico, e consentire anche ai grossisti, peraltro, di smaltire la grande mole di alimenti ad oggi invenduta a causa della chiusura dei negozi, soprattutto bar e ristoranti.

Mi auguro che l’Assessore Regionale Paolo Orneli voglia accogliere questa richiesta che da più parti ci sollecita a migliorare la vita dei cittadini e a far ripartire l’economia nei nostri territori, senza far venir meno la sicurezza che oggi è la nostra priorità».
#iorestoacasa