Acquapendente, il Consiglio approva il rendiconto di gestione esercizio finanziario 2015

0

 

ACQUAPENDENTE – Con sette voti favorevoli e l’astensione dei consiglieri di minoranza Alessandro Brenci, Aldo Bedini e Sergio Iacoponi, il Consiglio Comunale di Acquapendente approva il rendiconto di gestione esercizio finanziario 2015.

 

Sei le risultanze principali: 1) Chiusura con un avanzo di amministrazione pari ad € 1.414.748,97 di cui parte disponibile pari ad € – 554.037,60; 2) Disavanzo straordinario di amministrazione pari ad € -677.037,38; 3) Ripiano di disavanzo straordinario di amministrazione ponendo a carico dei bilanci delle annualità successive tale disavanzo da assorbire in trenta anni con quote annuali di € 22.567,91; 4) Parte avanzo di amministrazione registrata con il rendiconto esercizio 2015 risulta maggiore rispetto a quella attesa di € -654.469,47 con uno scostamento di € 100.431,87; 5) Chiusura conto economico con un risultato di esercizio di € 1.005.229,15; 6) Chiusura stato patrimoniale netto di € 16.805.201,58. “Non solo siamo riusciti a mantenere gli equilibri di bilancio”, sottolinea il Sindaco Alberto Bambini, “ma abbiamo sviluppato anche alcune missioni programmatiche: a) Investimenti nelle scuole con messa a norma di tutti gli edifici scolastici e l’asilo nido che verrà potenziato anche con interventi correlati come ad esempio efficientamento energetico; b) Riqualificazione centro storico ed abitato con sistemazione con contratto di quartiere di Via Cantorrivo, con dismissione di eternit e della struttura industriale ed intervento di qualità anche con piazza e parcheggi interrati, interventi sulle mura cittadine, sui marciapiedi Cassia, sull’area di Piazza Costituente e finanziamenti ottenuti per Piazza Girolamo Fabrizio, Via Accorsini e marciapiedi Via Onanese; c) Potenziamento e riqualificazione degli impianti sportivi anche con prossimi interventi sull’area ex capannoni carri, sistemazione gradinate campo sportivo; d) Per turismo e cultura creazione de marchio “La Gerusalemme d’Europa” con interventi anche intercomunali sulla Via Francigena ad incremento nazionale dell’afflusso turistico, riapertura del castello di Torre Alfina, incremento espansione del turismo nell’area del Sasseto. Abbiamo quindi fatto in modo di dotare i futuri amministratori di una bilancio tecnico che permetterà una gestione più efficace alla stessa e meno vincolata, tenuto conto comunque che lo stesso potrà essere variato”.

 

“La dialettica in Consiglio”, sottolinea il vicesindaco Maico Pifferi, “è stata sempre vivace ma corretta ed i consiglieri hanno lavorato bene. Tra le varie attività che mi piace sottolineare la sinergia con iniziative nel campo enogastronomico di qualità, condivise con le Associazioni anche nel campo sociale e la volontà dei giovani di essere soggetti attivi con manifestazioni del tipo Urban Vision, la gestione del Parco Pineta e molte altre partecipazioni”. In settimana il rappresentanza della minoranza Aldo Bedini, renderà nota la propria posizione in merito.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.