“Sulla Trasversale Mazzola dice bugie”

0

VITERBO – “Il Presidente della Provincia Mauro Mazzola dice bugie. Infatti, nonostante le sue dichiarazioni in conferenza stampa, non ci ha né convocato, né chiamato ‘a raccolta’. Né tantomeno ha condiviso con noi il documento che vorrebbe mandare in Regione. Non ci ha neppure invitato all’incontro con la stampa.

 

Un atteggiamento, quello di Mazzola, decisamente imbarazzante. Un atteggiamento per cui vale il detto: ‘non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire'”. A dichiararlo sono Miranda Perinelli, Rosita Pelecca e Giancarlo Turchetti, rispettivamente Segretari Generali di Cgil, Cisl e Uil Viterbo, in risposta alle dichiarazioni del Presidente della Provincia di Viterbo Mauro Mazzola a proposito dei lavori riguardanti il completamento della Trasversale Orte-Civitavecchia.

 

“Quello che avevamo da dire – proseguono i sindacati – lo abbiamo già detto pubblicamente qualche settimana fa: la Trasversale va conclusa nel più breve tempo possibile. Ne va dello sviluppo e della crescita occupazionale di tutto il territorio viterbese. Chi non lo capisce – sottolineano Perinelli, Pelecca e Turchetti – condanna la Tuscia al sottosviluppo facendole perdere ancora una volta uno dei suoi treni più importanti, ossia il collegamento con il porto di Civitavecchia che significa turismo, reddito per le imprese e occupazione per i cittadini in una provincia come la nostra dove la disoccupazione e la crisi economica hanno raggiunto livelli insopportabili. Certo, insopportabili per i cittadini e per chi lavora, non per la politica che ancora una volta prova a rallentare un’opera infrastrutturale fondamentale. Un’opera che, se andiamo avanti di questo passo, rischia di diventare la nostra Salerno-Reggio Calabria.

 

Dispiace poi che un Presidente della Provincia possa utilizzare a proprio piacimento e per i propri fini il nome dei sindacati senza nemmeno alzare il telefono per informarli. L’organizzazione sindacale – sottolineano i tre segretari territoriali – è un’organizzazione seria, non un tappetino che Mazzola può tirare a proprio piacimento. Stupisce inoltre tutta questa ‘pressione’, come se l’Anas agisse al di fuori delle regole di tutela ambientale, cosa che ognuno di noi ha a cuore. Stupisce anche che Mazzola, in questa sua crociata contro la Trasversale, una volta vesta la fascia di Sindaco di Tarquinia e un’altra quella di Presidente della Provincia. E meno male che non è governatore del Lazio, altrimenti avremmo dovuto aspettarci un’altra conferenza stampa! Infine – concludono i sindacati – una domanda: ad opporsi al passaggio della Trasversale è Mazzola sindaco-presidente o i proprietari terrieri che non la vogliono? Non facciamo lo stesso enorme errore fatto tanti anni fa con lo snodo ferroviario. Questa volta pensiamo veramente ai bisogni e alle esigenze del territorio e non agli interessi dei singoli. Ne va del nostro futuro e di quello dei nostri figli”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.